Specialità apparentemente complicata da preparare

Questo piatto tipico del Centro Italia arricchisce le tavole degli italiani e le fiere alimentari. Tuttavia, la sua preparazione non è difficile come sembra.

0
292

La porchetta di maiale: uno dei prodotti culinari più quotati. E quindi bisogna saperlo preparare! Sarà difficile, vero? Ebbene, no. È un sito di cucina a svelarci i segreti per poterla cucinare adeguatamente. Naturalmente bisogna scegliere i pezzi di maiale della pezzatura giusta. In questo caso, si tratta di un carrè di maialino che pesa circa 5 kg. Piccolo abbastanza da essere posto in qualunque forno. Il piatto è semplice da preparare, tuttavia è necessaria un po’ di destrezza con i coltelli per rimuovere parte della cotenna. Dopodiché tutto il resto è abbastanza semplice: basta avere un po’ di pazienza!

Ingredienti

Ecco quali ingredienti occorrono: 5 kg di carrè di maiale disossato (con la cotenna), 1 kg di spalla di maialino, 2 cucchiai (da tè) di pepe nero macinato, 2 cucchiai (da tè) di aglio in polvere, 2 cucchiai (da tavola) di semi di finocchio, sale abbondante, 8 rametti di finocchietto selvatico e strutto.

Come preparare la porchetta di maiale in maniera impeccabile?

Innanzitutto, dovete disossate e togliere la cotenna dal pezzo di spalla. Successivamente pulite la polpa ottenuta dai grumi di sangue e mettete da parte. A seguire dovete prendere il carrè disossato e renderlo regolare nella forma pareggiando i lati, separando successivamente la polpa dalla cotenna nel lato dove il rotolo si chiuderà. Una volta distribuita la polpa ricavata dalla spalla, mettetela da parte su tutto il pezzo di carrè per ottenere uno strato omogeneo. Aggiungete dei semi di finocchio all’interno del carrè come condimento. Successivamente aggiungete sale, pepe, aglio in polvere e dei rametti di finocchietto selvatico, se è di stagione. Dopodiché arrotolate strettamente il tutto. Infine, legate il carré con lo spago e aggiungete un foglio di carta stagnola per proteggete le estremità non coperte da cotenna. Successivamente, trasferite la porchetta in una teglia e infornate a 160°C per 3 ore.

Il finocchio aromatizza il piatto rendendolo ancora più buono

Infornata la porchetta, liberatela dall’alluminio e ponetela su di una griglia per sollevarla dal fondo della teglia. Successivamente, distribuite una buona quantità di strutto in superficie ed infornate nuovamente a 200°C per un’ora. Un dettaglio importante è che alziate la potenza del forno al massimo negli ultimi 10 minuti di cottura. Infine, potete servire la porchetta tagliata a fette da sola o come ripieno di un panino. Le origini di questo piatto sono tuttora discusse. Nel Lazio, gli abitanti di Ariccia (provincia di Roma) rivendicano l’originalità della ricetta e lo stesso fanno gli abitanti di Norcia (provincia di Perugia) in Umbria. Una cosa è certa: è un piatto tipico del Centro Italia, che poi si è poi diffuso un po’ ovunque nello Stivale, in particolare nelle province venete di Treviso e Padova.

Commenti