Speciale Meteo – Primo vero caldo tra Sabato 1 e Domenica 2 Giugno. Ma non per tutti

0
359

Weekend: anticiclone alla riscossa. In arrivo caldo, sole e temperature fin verso i 30°CBuone notizie in vista del WEEKEND:

 tra Sabato 1 e Domenica 2 Giugnola rimonta dell’ANTICICLONE favorirà l’arrivo del primo caldo di stagione. Ma attenzione: non tutti potranno beneficiarne. 
Vediamo nel dettaglio l’evoluzione prevista per il fine settimana e le regioni maggiormente interessate dall’avanzata dell’alta pressione delle Azzorre.

Dando uno sguardo alle mappe meteo e agli aggiornamenti a nostra disposizione si può notare come già da Venerdì 31 Maggio, un vasto campo di alta pressione, di origine oceanica, si allungherà verso l’Europa occidentale, abbracciando anche parte dell’Italia.

SABATO 1 Giugno – Sarà una bella giornata di sole su quasi tutte le regioni del Centro-Nord con temperature attese in deciso aumento, per una vera e propria esplosione del caldo, con punte fin verso i 30°C nelle principali città di pianura e sulle zone interne. Nel corso del pomeriggio non sono da escludere dei rovesci sulle aree montuose appenniniche centro-meridionali, in particolare su basso Lazio, Abruzzo, Molise Campania, Calabria e Basilicata.

DOMENICA 2 Giugno – Ancora una giornata dal sapore estivo al Nord, con tanto sole e con valori termici che potranno superare i 30°C in diverse città, come ad esempio Milano, Torino, Bologna e Firenze. Discorso ancora una volta diverso per parte del Centro e per il Sud a causa della presenza di un vortice ciclonico di origine balcanica. Contesto instabile con ampie schiarite alternate a rovesci anche a carattere temporalesco in particolare tra basso Lazio (possibile qualche acquazzone anche a Roma), Campania, Molise, Puglia e Calabria. 

In ogni caso si tratterà di un fine settimana sicuramente diverso da quelli vissuti nel corso del mese di Maggio, sì con qualche temporale, ma con una situazione generale decisamente più in linea con il periodo.
Attenzione però, nel corso della prossima settimana le turbolenze potrebbero tornare.

Commenti