Speciale Meteo – Nuova sfuriata temporalesca Tra oggi è domani al nord italia. Ecco dove

0
322

Sfuriata temporalesca in settimana. Lo scenario meteo vede l’Italia ancora divisa in due.

Il Centro Sud e le aree pianeggianti del Nord continuano a godere di tempo soleggiato grazie alla presenza di un’area di alta pressione. La fascia alpina e quella prealpina,invece, sono lambite da correnti d’aria più instabili di origine atlantica a causa di un ANTICICLONE che potremmo definire COLABRODO, in quanto non essendo molto robusto è soggetto agli attacchi delle perturbazioni atlantiche che si ripresentano a più riprese. Vediamo insieme il dettaglio delle ZONE COLPITE.

Martedì 6 agosto, le regioni alpine e prealpine di Valle d’Aosta, Piemonte nord-occidentale (tra Gran Paradiso, Cervino e Val d’Ossola), Valtellina, Varesotto, Orobie, Alto Adige, Dolomiti Bellunesi e Carso dovranno fare i conti con i focolai temporaleschi nelle ore più calde e serali.

I fenomeni potrebbero localmente assumere carattere di forte intensità con grandine e violente improvvise raffiche di vento. I temporali coinvolgeranno le zone di pianura tra pomeriggio e sera (coinvolte città come Torino, Milano, Padova, Vicenza, Venezia). Nella notte tra martedì e mercoledì 7 i fenomeni potranno essere forti tra Verbano e Varesotto con locali nubifragi. 

Da mercoledì il flusso più instabile atlantico riuscirà a scendere di latitudine interessando maggiormente il Nord Italia da ovest verso est. I temporali potranno essere forti (come tra mattino e pomeriggio in Valle d’Aosta nella zona del Monte Bianco),con grandine e violenti colpi di vento e interesseranno nelle ore più calde le pianure piemontesi, quelle della Lombardia, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e città come Torino, Vicenza, Padova, Venezia e Milano.

Tra sera e notte di mercoledì le piogge potranno risultare abbondanti tra Varesotto e Verbano. 

Nella giornata di giovedì 8 la perturbazione si sposterà verso sud est coinvolgendo con temporali e rovesci il Veneto, l’ Emilia-Romagna e successivamente l’Appennino Tosco-Emiliano tra Toscana, Umbria e Marche. Il tempo andrà poi migliorando già al mattino sul Nord-Ovest e dal tardo pomeriggio-sera anche al Centro. Altrove le condizioni del tempo si manterranno decisamente buone e con temperature estive che al Centro-Sud aumenteranno con il progredire dei giorni.

Per esempio a metà settimana (tra giovedì e venerdì) potremo sfiorare i 40°C sulle zone più interne della Puglia (come nel Foggiano), della Sicilia e della Sardegna. Per maggiori informazioni sulle temperature cliccate. Da venerdì 9 l’alta pressione nord africana comincerà nuovamente a rinforzarsi andando a interessare lo Stivale da Nord a Sud con tempo buono dovunque, temperature estive elevate, ma con il disagio dell’afa.

Commenti