Speciale Meteo – L’Italia nella morsa del gelo, giù temperature al Centro Nord con neve a quote basse

0
231

A causa del “vortice polare” una vasta perturbazione sta interessando gran parte dellʼEuropa. In Italia tempo instabile almeno fino al 7 maggio.

Una vasta perturbazione proveniente dall’Europa settentrionale sta raggiungendo il Mediterraneo centro-occidentale determinando un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche sull’Italia. Previsti vento, piogge sparse, una sensibile diminuzione delle temperature ed il ritorno della neve al centro-nord, anche a quote relativamente basse. Lombardia, Veneto e Liguria le regioni più a rischio.

Il “vortice polare” riporta il maltempo sull’Italia – Il maltempo è causato dall’aria fredda in arrivo dall’Artico che, fattasi strada attraverso la Valle del Rodano, irrompe nel Mediterraneo, investendo l’Italia da Nord a Sud. Il responsabile di questa situazione anomala, che potrebbe protrarsi fino a martedì 7 maggio, è il cosiddetto “vortice polare”, ossia l’area di bassa pressione che si trova sull’Artico, e che è considerata uno dei più importanti meccanismi regolatori del clima nell’emisfero settentrionale.

“Nuovo inverno” in molti Paesi europei – Questa situazione, anomala per la stagione primaverile, sta portando condizioni simili a quelle invernali dalla Gran Bretagna ai Paesi bassi, dalla Germania alla Francia, fino a investire il Mediterraneo e l’Italia.

In zone collinari anche 15 gradi in meno – Tra le regioni italiane, le prime a essere colpite sono quelle settentrionali, con temporali, grandinate e neve in collina anche a quote molto basse, fino a 200-300 metri. Anche le temperature tornano ai valori invernali, scendendo fino a 15 gradi sotto le medie stagionali.

Si prevedono schiarite in Piemonte e sul ponente ligure, con il tempo instabile o perturbato nelle altre regioni. Tra il pomeriggio e sera schiarite su Alpi, Alta Lombardia e Alto Triveneto, ancora instabilità in Emilia Romagna, con piogge e nevicate in collina.

Anche al Centro si prevede tempo perturbato a partire da Toscana, Umbria e Marche, con fenomeni in estensione anche al Lazio entro il pomeriggio. Si prevedono rovesci e temporali forti, spesso accompagnati da grandinate. Possibili nevicate fino a quote collinari, sotto i 500 metri.

Tempo instabile anche nel Sud, a partire dalla Campania, dove piogge e rovesci sono possibili già domenica, e dalla Sicilia. Nel resto delle regioni meridionali l’ondata di maltempo è attesa soprattutto lunedì 6 maggio.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here