Russia, stagione estiva finita , conseguenze in Italia.

Con le aree anticiclonicheche dominano su Europa meridionale, centrale e Groenlandia una vasta porzione del territorio russo resta alla mercé del maltempo. E contrariamente a quanto avviene normalmente nel mese di agosto ritroviamo una circolazione di bassa pressione colma di aria fredda. Vediamo che CONSEGUENZE a medio termine potrebbe avere questo scenario meteo sull’Italia.

La depressione, come detto, è alimentata da correnti fredde in discesa dal polo nord, che innescano diffuse condizioni di instabilità e temperature già da autunno inoltrato. A causa della copertura nuvolosa e delle piogge, ritroviamo valori non oltre i 14°C a Mosca e 15°C a San Pietroburgo.

La massa d’aria fredda che staziona sulla Russia si spinge verso ovest fino a coinvolgere la Bielorussia, dove le temperature non vanno oltre i 15°-16°C. Tale situazione si andrà lentamente ad esaurire sul continente russo nei prossimi giorni con miglioramento delle condizioni atmosferiche e un leggero aumento della colonnina di mercurio nei valori massimi che arriverà ai 20°C, valore più in linea con la media del periodo anche se di qualche grado inferiore. 

Tutto ciò potrebbe avere delle conseguenze sull’Italia. In che modo? L’area di bassa pressione colma di aria fredda si sposterebbe sulla Scandinavia e poi traslando verso ovest andrebbe ad agganciarsi, secondo le proiezioni dei principali modelli di previsione, alla depressione qui presente fondendosi in un unico grande sistema che sarà responsabile poco prima di FERRAGOSTO della classica BURRASCA.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here