Temperature, crollo travolgente in arrivo. Sul Nord Europa sono in atto importanti manovre destinate ad influenzare pesantemente la configurazione meteorologica e climatica anche sul nostro Paese.

Un gelido vortice di bassa pressione alimentato da aria di pura estrazione polare si sta avvicinando all’Italia, pronto a condizionare severamente il quadro termico generale per alcuni giorni.

Attendiamoci dunque un netto e deciso raffreddamento di stampo polare, il quale, con la complicità di una fase di conseguente maltempo, provocherà un CROLLO TRAVOLGENTE dei valori termici entro il weekend. 

Temperature, dunque, davvero inconsuete per la stagione su gran parte d’Italia. A risentire di questo ritorno ad un clima praticamente invernale, saranno in particolar modo le regioni settentrionali, specie quelle del Nord Est. Su molte città infatti, scenderemo sotto i 10°C nei valori massimi come a Bologna, Trento, Bolzano, Trieste, Padova e Venezia colpite da forti e fredde raffiche di Bora.

Ma i termometri scenderanno anche sulle regioni centrali soprattutto sui versanti adriatici e sulla Toscana seppur in forma più contenuta rispetto al Nord-Est. I venti di Maestrale invece, saranno impegnati a raffreddare la Sardegna ed in parte il versante tirrenico. Anche su questi settori però, il raffreddamento sarà più contenuto. Rispetto alla media ad ogni modo andremo sotto di essa di circa 10°C.

FINO A QUANDO FARA’ FREDDO? – La domanda è lecita, soprattutto per chi preferisce scenari meteo climatici decisamente diversi. Cerchiamo allora di capire quanto durerà il freddo. Secondo le nostre ultime elaborazioni, ci sono tutto sommato buone notizie anche se bisognerà portare ancora un momentino di pazienza.

L’inizio della nuova settimana infatti, sarà ancora all’insegna dell’aria fredda. Lunedì la persistenza del maltempo sulla fascia adriatica del Centro e al Sud, manterrà valori termici molto rigidi e ancora ben al di sotto della media. Cominceranno invece a risalire al Nord e sull’area tirrenica per effetto di un generale miglioramento delle condizioni atmosferiche anche se resteranno molto freddi di notte con valori addirittura vicinissimi allo zero.

In seguito, da Martedì 7 Maggio, i venti freddi si attenueranno ulteriormente limitandosi ad interessare solo le estreme regioni meridionali. Altrove, il clima, si orienterà verso una più generosa e rapida ripresa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here