Temperature in crollo infinito. Questo pazzo mese di Maggio si sta rivelando come uno dei più freddi di questi ultimi decenni. 

Molte zone del Paese hanno letteralmente abbattuto precedenti RECORD DI FREDDO specialmente il Centro Nord. Per trovare un mese di Maggio così rigido bisogna addirittura fare un passo indietro di quasi 50 anni ed arrivare agli anni 70 quando l’Italia fu investita da una forte ed anomala ondata di freddo. 

Tornando ai giorni nostri, le TEMPERATURE stanno davvero subendo un  cUNA VERA SVOLTA? vediamo. 

Viste le avverse condizioni Meteo che stanno caratterizzando questa seconda parte del Weekend, non attendiamoci certo una Domenica gradevole dal punto di vista climatico, eccezion fatta per le estreme regioni meridionali dove una maggior quiete atmosferica porterà temperature più miti. Si andrà avanti così anche per la giornata di Lunedì 20, quando il clima continuerà a subire gli effetti di un Meteo ancora assai turbolento e sempre sulle regioni centrali e settentrionali.

Da Martedì 21 invece, ecco che l’atmosfera comincia a muoversi in una direzione opposta nel tentativo di riportare un tipo di clima più consono alla stagione su tutta l’Italia e questo grazie all’influenza, seppur marginale, di correnti più miti dovute ad un parziale aumento della pressione, con un conseguente generale rialzo termico. Addirittura, su Giovedì 23 Maggio, una timida risalita dell’Anticiclone africano porterà un ulteriore incremento dei valori termici diurni soprattutto sulle pianure del Nord e sull’area tirrenica.

Città come Milano e Bologna faranno registrare temperature anche prossime ai 24/25°C, qualche grado in meno a Firenze e Roma. Sarà più calda invece l’area interna della Sardegna dove si potranno toccare anche valori prossimi ai 30°C.

Possiamo dunque parlare finalmente di un vera svolta? Purtroppo pare di no. I sogni di un ritrovato ambiente più consono al calendario, potrebbero essere infranti da un ancora attivo vortice polare pronto ad inviare nuove masse d’aria fredda dal nord Europa in direzione proprio dell’Italia.

Quando? Ovviamente fra Sabato 25 e Domenica 26, così da proporci il quarto e consecutivo fine settimana all’insegna del freddo maltempo. Non ci resta che confidare in qualche cambiamento di programma nei progetti futuri dell’atmosfera sperando si accorga finalmente che siamo in tarda Primavera e non in Autunno.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here