Spagna: graduali riaperture dopo il 15 di maggio

0
544
Spagna: graduali riaperture dopo il 15 di maggio

La Spagna allenterà lentamente il suo blocco a livello nazionale nella seconda metà di maggio, ha affermato il primo ministro Sánchez.

Il lockdown in Spagna fino a metà maggio

Pedro Sánchez ha chiesto al parlamento di Madrid una terza estensione allo stato di emergenza. Il governo ha anche annunciato restrizioni più allentate sui bambini, permettendo loro di uscire di casa.

La Spagna ha imposto il suo blocco il 14 marzo, con alcune delle restrizioni più severe in Europa. Attualmente, i bambini non sono ammessi all’esterno per nessun motivo. Dopo le crescenti critiche, il governo ha annunciato martedì di consentire a coloro che hanno compiuto 14 anni di fare passeggiate a piedi dal 26 aprile.

La scorsa settimana le imprese di costruzione e produzione hanno ripreso a lavorare con rigorose misure di allontanamento sociale e di sicurezza.

Il numero di casi in Spagna

La Spagna ha attualmente il numero più alto di casi in Europa.

Gli ultimi dati pubblicati mercoledì mostrano che il bilancio delle vittime è pari a 21.717, in aumento di 435 nelle ultime 24 ore. Il numero totale di casi confermati è salito a 208.389.

Che cosa ha detto il primo ministro Sánchez?

Rivolgendosi al parlamento di Madrid mercoledì, Sánchez ha chiesto che lo stato di emergenza venga prorogato per la terza volta di altre due settimane. Il primo ministro ha detto che la Spagna potrebbe quindi iniziare ad allentare le sue restrizioni nella seconda metà di maggio, ma ha avvertito che “la riduzione sarà lenta”.

“Dobbiamo evitare i passi falsi”, ha avvertito. “Se restiamo in cima al virus e il nostro sistema sanitario mantiene e rafforza quell’impressione, allora proporremo un altro passo.”

Sánchez ha affermato di aspettarsi che i leader dell’UE concordino una risposta economica comune. La Spagna, così come l’Italia e la Francia, ha chiesto un maggiore sostegno da parte dell’UE per finanziare la ripresa economica degli Stati membri.