Sostegni-bis: nuovi bonus e contributi a fondo perduto

0
843

Con l’entrata in vigore del decreto Sostegni-bis sono stati confermati nuovi bonus e contributi a fondo perduto.

Quanto vale il decreto Sostegni-bis?

Il decreto Sostegni-bis è diventato legge, approvato dal Senato e firmato dal Presidente della Repubblica. Ha un valore di 40 miliardi. Era stato pubblicato in Gazzetta il 25 maggio. Dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale un decreto ha due mesi per poter essere approvato prima che decada.

Le novità

Nuovi contributi a fondo perduto ed eco-bonus destinati all’acquisto di automobili, rinvio dei pagamenti delle cartelle esattoriali. Questi sono solo alcune delle novità. I provvedimenti principali riguardano aiuti a chi ha subito danni a causa dell’emergenza pandemica. Sono previsti contributi economici, incentivi e detrazioni per molte categorie di cittadini e lavoratori.

Quali sono i nuovi contributi a fondo perduto previsti dal Sostegni-bis?

All’articolo 1 c’è la conferma di contributi a fondo perduto per gli enti del Terzo settore con finalità commerciali, autonomi e partite IVA. Rispetto al vecchio decreto Sostegni potranno accedere ai fondi più soggetti, questo grazie all’innalzamento della soglia dei ricavi da 10 a 15 milioni di euro. L’altra novità è rappresentata dall’introduzione di tre nuovi contributi a fondo perduto:

  • il contributo automatico, destinato a tutti coloro che avevano già ricevuto il primo aiuto economico previsto dal vecchio decreto Sostegni, in questo caso non occorrerà formulare una nuova domanda, il nuovo contributo verrà infatti erogato in automatico;
  • il contributo è quello dedicato alle attività stagionali, va richiesto entro il 2 settembre 2021, in caso di perdita di fatturato medio mensile del 30% nel periodo 1 aprile 2020-31 marzo 2021 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente;
  • contributo perequativo, che verrà assegnato considerando la perdita dell’utile e non la diminuzione del fatturato come previsto per i contributi sopra elencati.

Decreto Sostegni bis: Di Maio soddisfatto


Bonus ed eco-incentivi per automobili

Il Sostegni-Bis prevede 350 milioni gli euro per i bonus destinati a chi acquista un automobile, prorogato fino al 31 dicembre 2021. L’incentivo previsto dal bonus automobile potrà essere richiesto anche nel caso di acquisto di una auto usata purchè Euro 6. L’acquisto che deve essere accompagnato dalla rottamazione di un veicolo che abbia una classe ambientale uguale o inferiore rispetto a quella acquistata. La stima è che 60 milioni dei 350 milioni saranno destinati all’acquisto di auto elettriche.

Bonus vacanze 2021

Rimane il bonus vacanze. Viene propogato sino al 31 dicembre 2021 e potrà essere usato anche per acquisti in Italia presso agenzie e tour operator. Previsto anche un fondo da 5 milioni di Euro per il 2021, per le attività di bed & breakfast.

Bonus Matrimonio

Sono stati stanziati 60 milioni di euro per le imprese del settore wedding e per quelle coppie che hanno intenzione sposarsi. Il bonus prevede la possibilità per gli sposi di recuperare le spese sostenute fino ad un massimo di 25mila euro.

Stop ai pagamenti delle cartelle esattoriali

All’interno del decreto Sostegni-bis viene confermato lo stop e il rinvio di pagamenti delle cartelle esattoriali fino al 31 agosto per le notifiche delle cartelle esattoriali e degli avvisi bonari. I protesti e le contestazioni equivalenti levati nel periodo compreso tra il 1 febbraio 2021 al 30 settembre 2021 verranno cancellati d’ufficio, ma non verrà rimborsato quanto già riscosso.

Bonus affitti e cancellazione IMU

Il governo Draghi  ha reso ufficiale l’esenzione IMU per tutti i proprietari di immobili che abbiano ottenuto la convalida dello sfratto verso quegli inquilini morosi. Per i proprietari di immobili che rientrano in questa categoria, ma che comunque hanno già versato al prima rata, sarà previsto il rimborso sotto forma di credito d’imposta. Confermato anche il bonus affitto rivolto ai proprietari di casa che vogliono ridurre il canone al proprio inquilino. Viene riconsciuto il 50% dell’importo totale delle rinegoziazioni in diminuzione. L’importo massimo previsto dal bonus è di di € 1.200 massimi annui.

Bonus covid-19

Questo bonus è destinato a tutte quelle persone che hanno contrato il covid-19 e che nei prossimi mesi avranno bisogno di sottoporsi a visite specifiche. Il decreto Sostegni-bis prevede:

  • l’esonero del pagamento del ticket per i prossimi due anni per visite specialistiche ed esami che dovranno essere sostenute da parte di tutti quei cittadini che hanno contratto il covid-19 in forma grave;
  • tamponi gratuiti per tutte quelle persone che per motivi di salute non potranno sottoporsi al vaccino;
  • un incentivo che consiste in un credito di imposta del 20%  per tutte le aziende che si impegneranno nell’investire fondi per la ricerca e lo sviluppo di farmaci innovativi, a patto che l’attività venga svolta senza brevetti esclusivi e a condizioni di mercato discriminatorie, l’incentivo sarà valido fino al 31 dicembre 2030.

Bonus psicologi

Stanziati circa 9 milioni di euro per facilitare l’accesso a cure di tipo psicologico a cittadini fragili, malati oncologici e verso i bambini in età scolare che presentano problemi.

Incentivi per giovani e reddito di emergenza

Bonus mutuo prima casa per gli under 36. Darà la possibilità a chi è in possesso di un ISEE inferiore ai 40.000 euro di poter richiedere un mutuo finanziato per l’80% dallo Stato grazie alfondo garanzia mutui prima casa. Prevede anche l’esenzione dell’imposta catastale  e di quella di registro. Confermato il reddito di emergenza per le altre 4 mensilità ovvero per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2021.