Sonic Bloom: la nuova installazione sensoriale a Londra

0
531

Si trova a Londra, ha aperto lo scorso 23 agosto ed è un’installazione sensoriale, creata da Yuri Suzuki. Il suo nome è Sonic Bloom.

In cosa consiste Sonic Bloom?

Questa installazione sensoriale esplora la natura della comunicazione attraverso la distribuzione interattiva del suono, spiega Yuri Suzuki. Si trova a Londra, come abbiamo detto, ma più precisamente nel cuore di Mayfair, nei Brown Hart Gardens. Il suo creatore, classe 1980, è un designer e artista giapponese, specializzato in oggetti basati sul suono. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Alter Projects.


WP Store incontra la street art dell’italiano Tellas


Un’installazione interattiva

Sonic Bloom è costituita da elementi colorati a forma di corno: insieme, questi creano una sorta di “fiore” magico e interattivo, appunto. Sembra che la scultura amplifichi i suoni assorbiti dall’ambiente circostante, trasportando attraverso gli steli le registrazioni vocali delle persone che si trovano a transitare sotto di essa. Yuri Suzuki ha spiegato di aver studiato la struttura allo scopo di catturare tre tipi di suoni: le persone appunto, la natura e l’ambiente circostante. Questi dovrebbero poi fondersi ed esplorare così la comunicazione universale.

Riconnettersi col tutto

Ma qual è, in concreto, lo scopo di questo progetto, se ce n’è uno? Presto detto. Nell’idea del suo creatore, Sonic Bloom dovrebbe invitare le persone a riconnettersi con gli altri e con l’ambiente dopo i vari lockdown. I partecipanti potranno quindi ascoltare da un lato e parlare dall’altro dell’installazione, mantenendo in tal modo la distanza di sicurezza.

Incoraggiare le connessioni

“Miriamo a incoraggiare le connessioni con amici e sconosciuti creando momenti udibili fortuiti che creano un senso di comunità, terreno creativo condiviso e socialità. Stiamo proponendo un’esperienza multidimensionale in cui i visitatori possono scambiare conversazioni, aprendo la strada alla connettività sociale. Queste connessioni temporanee creano un incentivo a formare una connessione umana più stretta e intima dove potrebbe fiorire un’amicizia” spiega Yuri Suzuki.

Esaltare la musica

Ma andiamo un po’ più nel dettaglio. Da un lato la fioritura sonora esalta la cosiddetta musica della città: il canto degli uccelli, il fruscio delle foglie, le attività dei passanti. Dall’altro lato invita i partecipanti a registrare la propria voce attraverso i corni, emergendo dall’altra parte dei tubi di ascolto.

Collisione tra arte e comunità

“Dopo il successo dell’arte del vagabondaggio, vogliamo che la fioritura sonora inietti a Londra lo stesso livello di vitalità e gioia, mentre la città emerge dal blocco” ha spiegato Anne Laure Pingreoun, per Alter Projects. “Questo progetto stabilisce Mayfair come una piattaforma per la collisione tra arte e comunità, riunendo gente del posto e visitatori nella creazione di una comunità diversificata e accogliente. Yuri Suzuki è la persona più giusta per questo compito, perché la sua arte non è solo straordinariamente bella, ma stimola anche i sensi degli spettatori. Insieme, stiamo immaginando uno spazio nel cuore di Londra dove i visitatori possano giocare, rilassarsi, connettersi”. Come ultima info, l’installazione Sonic Bloom sarà accompagnata da un’esperienza digitale parallela che verrà lanciata nel corso del London Design Festival, a settembre.