Sondaggi politici Swg: il centrodestra sfonda il muro del 50%, M5S perde altri consensi

0
197
Sondaggi politici 11 novembre: centrodestra in vantaggio.

Fin da quando ha giurato alla presenza del Presidente della Repubblica, il Governo Conte-Bis non ha convinto fino in fondo gli italiani. Gli ultimi sondaggi politici Swg sembrano non solo confermare, ma addirittura rafforzare ulteriormente questo scetticismo di fondo, se si considera che fra tutte le forze di maggioranza soltanto il Partito Democratico è riuscito a fare un piccolo passo in avanti, mentre tutti gli altri alleati sono addirittura arretrati.

I risultati delle ultime rilevazioni statistiche effettuate dall’istituto triestino e mostrate l’11 novembre al Tg La 7 hanno messo in evidenza non solo le difficoltà del governo giallo-rosso, ma anche l’avanzata spedita del centrodestra. Infatti soffermandosi sui dati dei singoli partiti, la Lega è stata capace ancora di migliorarsi, passando da una stima di voto del 34,1% ad una del 34,5% e migliorando l’ottimo traguardo raggiunto alle ultime elezioni europee. Va decisamente bene anche per Fratelli d’Italia che prosegue nella sua crescita costante, con l’attuale 9,5% che sfiora quello che sarebbe uno storico 10% per il partito guidato da Giorgia Meloni. Non è brillantissimo Forza Italia che, comunque, nonostante i contrasti interni e le voci di un’eventuale scissione viaggia stabilmente intorno al 6,2%.

Sondaggi elettorali: il centrodestra oltre il 50%.

L’ultimo riferimento alle forze politiche della cosiddetta alleanza «azzurra» riguarda il nuovo Cambiamo guidato da Giovanni Toti che ad oggi sarebbe accreditato dell’1,3%, con un +0,2% rispetto ai dati precedenti. Nel complesso, la coalizione di centrodestra se si andasse a votare in questi giorni otterrebbe un successo indiscutibile, andando a totalizzare una percentuale che arriverebbe al 51,5%.

Sondaggi politici Swg: notizie preoccupanti per il governo M5S-PD

La riflessione politica che si può fare dopo aver consultato i sondaggi politici Swg dell’11 novembre è quella relativa ad una conferma della scarsa fiducia che i cittadini nutrono verso la maggioranza formata da Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Quest’ultimo, in particolare, pare stia soffrendo pesantemente le polemiche e i contrasti dell’ultimo periodo in merito soprattutto alla questione dello scudo penale dell’ArcelorMittal, oppure sui dubbi relativi alla presentazione della lista per le regionali, e infine starebbero pesando anche i primi malumori interni ai pentastellati verso le scelte operate da Luigi Di Maio. E così, inevitabilmente, il M5S ha perduto ancora consensi tra l’elettorato, passando in una settimana dal 16,8% al 15,8%, con un vistoso calo di un punto percentuale.

Sondaggi politici 11 novembre: M5S ancora in calo.

L’unico a sorridere (timidamente) nel governo è il Partito Democratico. I sondaggi politici Swg riportano che in questo momento i dem sono la seconda forza del Paese (alle spalle della Lega) con il 18,6%, risultato ottenuto grazie ad un salto in avanti di 1,1 punti percentuali nel breve lasso di tempo di 7 giorni. Segnali poco positivi giungono, invece, per Italia Viva: dopo un piccolo miglioramento, il nuovo partito di Matteo Renzi è tornato a fare un passo indietro, scendendo dal 6 al 5,6%.

Sondaggio sindaco di Roma: Giorgia Meloni in netto vantaggio su Virginia Raggi

In perdita anche i Verdi e +Europa, per un centrosinistra che, a questo punto, se riuscisse a presentarsi unito alle prossime elezioni politiche (dunque anche con M5S) non sarebbe in grado di contrastare il centrodestra. Ovviamente questo è un importante campanello d’allarme che suona per l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, soprattutto in vista del confronto elettorale che si terrà in Emilia Romagna il 26 gennaio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here