Sondaggi politici al 2 maggio: Lega prima ma in calo, PD supera M5S

0
1061
Sondaggi politici 2 maggio: PD davanti a M5S.

Continuano a scaldarsi i motori in vista delle prossime elezioni europee del 26 maggio. Con l’avvicinarsi della tornata elettorale, inevitabilmente anche i vari istituti che si occupano di rilevazioni statistiche stanno aumentando la mole di lavoro per fornire un’idea più chiara sui rapporti di forza tra i vari partiti italiani. Gli ultimi sondaggi politici effettuati dall’Istituto Noto Sondaggi mostrati in questi giorni al programma di Raitre Cartabianca hanno fornito delle risposte interessanti, registrando il primo leggero calo della Lega da quando è approdata al governo insieme al Movimento 5 Stelle.

Per il momento nessun campanello d’allarme per il Carroccio che resta stabilmente il primo partito con il 32% delle preferenze, anche se ha registrato una perdita dell’1,5 rispetto alle rilevazioni precedenti. Più preoccupante, invece, la situazione del Movimento 5 Stelle che ha perso un altro 0,5 delle intenzioni di voto dell’elettorato italiano, raggiungendo con maggiore fatica rispetto al passato la soglia del 20% e subendo il sorpasso da parte del Partito Democratico di Zingaretti che secondo Noto ad oggi sarebbe al 21-22%.

Sondaggi politici: Lega sempre primo partito.

Analizzando nel dettaglio la situazione della maggioranza, dagli ultimi sondaggi politici si evince che per la prima volta, dopo il sorpasso verificatosi al termine delle elezioni del 4 marzo 2018, la Lega ha perso leggermente terreno, scendendo al di sotto del fatidico 32,68%, percentuale raggiunta dai pentastellati proprio poco più di un anno fa. Al contempo, non va sottovalutato l’ulteriore calo di consensi fatto registrare dal partito del vicepremier Luigi Di Maio, che non solo si conferma ben lontano dal Carroccio, ma deve far fronte anche al recupero del nuovo PD targato Nicola Zingaretti.

Sondaggi politici: centrodestra stabile, in leggera crescita la sinistra

Guardando agli altri risultati presentati da Noto a «Cartabianca», si nota che il centrodestra non è riuscito ad effettuare notevoli passi in avanti. Soprattutto Forza Italia sembra in affanno, essendo accreditata al momento dell’8,5% delle preferenze, con almeno 6 punti persi per strada dalle elezioni politiche del 2018. Buone notizie invece per Fratelli d’Italia che si assesta intorno al 6% dei dati precedenti, dimostrando come il partito di Giorgia Meloni stia conquistando gradualmente l’elettorato dell’alleanza «azzurra».

Ultimi sondaggi politici: Forza Italia in calo.

Sul fronte opposto, detto della crescita del Partito Democratico, oggi l’area di centrosinistra sarebbe in grado di raccogliere il 25% dei voti, potendo contare sicuramente sul 22% del partito di Zingaretti, ma anche su un promettente 3% di +Europa di Emma Bonino e di Italia in comune di Pizzarotti. Guardando ancor di più a sinistra, si cominciano a registrare dei piccoli miglioramenti, con La Sinistra accreditata del 2,5% delle intenzioni di voto degli italiani ed Europa Verde dell’1,5%.

Dunque, dopo una lunga fase di stallo durante la quale i vari sondaggisti non avevano potuto fare altro che constatare la costante crescita e l’assestamento della Lega come partito di vertice in Italia, a poche settimane dalle elezioni europee dai sondaggi si evince che qualcosa sta cominciando a cambiare tra l’elettorato italiano, che starebbe cominciando a prendere in considerazione con maggiore fiducia il PD guidato da Zingaretti, rispetto a quanto accaduto in tempi recenti prima con Renzi e poi con Martina. Al contempo, qualche dubbio in più starebbe emergendo nei confronti del Movimento 5 Stelle, e probabilmente i recenti botta e risposta tra grillini e Lega non stanno giovando all’intera area di governo.

Se vuoi leggere altre notizie di Politica puoi cliccare al seguente link: https://www.periodicodaily.com/category/attualita/politica/

Commenti