Trump bandito per 24 ore dai social network

0
348
Trump face on twitter app

Bloccato il profilo di Trump su Facebook, Instagram e Twitter. I social network non ci stanno: a seguito delle rivolte accadute a Capitol Hill e delle dichiarazioni di Donald Trump, che più volte sono state ritenute pericolose e inappropriate, agiscono uniti: Trump bandito da tutti i profili del Presidente (ormai uscente), per 24 ore.

Il passo falso di Trump

Donald Trump ha registrato un video-messaggio, dove incita i suoi sostenitori alla violenza. Questo ha purtroppo generato la “catasfrofe” avvenuta a Capitol Hill, il 6 Gennaio 2021. Nel video-messaggio Trump incita a prendere una posizione forte, in merito ai presunti “brogli elettorali” che hanno reso possibile la vittoria del Presidente eletto, Biden. Il messaggio lanciato dall’Ex Presidente è stato ritenuto inappropriato e ha fatto scattare il provvedimento: Trump bandito dai profili. Di conseguenza oscurato anche dalla piattaforma YouTube, tanto da arrivare al rischio di non poter più accedere su nessun social network. Facebook dichiara: “Abbiamo riscontrato due violazioni delle norme per la pagina del presidente Trump che si tradurranno in un blocco di funzionalità di 24 ore, il che significa che perderà la possibilità di pubblicare sulla piattaforma durante le prossime ore“.


Trump bandito dai social per sempre?

Il suo account potrebbe essere sbloccato prima dell’ora prestabilita ma ad una sola condizione: deve eliminare di sua spontanea volontà i tre tweet che incitano violenza. Più volte Twitter ha cercato di ignorare i messaggi che l’ex Presidente degli U.S.A. lanciava sul suo account, segnalandoli con piccoli ban ma senza mai arrivare ad un blocco definitivo. Ciò però non è bastato tanto che nella giornata di ieri, ha superato ogni limite. Ad oggi, la piattaforma ci vuole far capire come la politica non sia più la priorità del social network: “La nostra politica di interesse pubblico – che ha guidato la nostra azione di applicazione in questo settore per anni – termina dove riteniamo che il rischio di un danno sia più alto e o più grave”. Twitter non si tira indietro nel sottolineare come Donald Trump potrebbe rischiare un ban perenne del suo account social nel caso in cui dovesse continuare a mandare messaggi non idonei alla natura della realtà social.

Commenti