Soccorso animali selvatici: novità nel Comune di Piombino

Il servizio viene affidato alla LIpu

0
1242

Dal 6 di maggio, l’amministrazione comunale si fa carico del soccorso e della cura di animali selvatici feriti o in difficoltà affidando il servizio alla Lipu. Ricordiamo che la Lipu è l’associazione ambientalista riconosciuta dal ministero dell’Ambiente, nell’ambito del Centro Recupero Uccelli Marini di Livorno.
L’accordo prevede un contributo di 4mila 500 euro e consentirà all’associazione di prestare soccorso ai singoli animali in difficoltà. Si tratta in genere di falchi, uccelli marini, ma anche piccoli mammiferi feriti. Per altri specie di animali invece, come gli ungulati, cinghiali, daini e caprioli è necessario rivolgersi ai carabinieri forestali più vicini. Fondamentale risulterà ancora il grande impegno del WWF, che con i suoi volontari si occuperà del trasporto di questi animali.

La dichiarazione dell’assessore Simona Cresci

“Il contributo è stato stabilito sulla base dell’attività svolta sul territorio dall’associazione – spiega Simona Cresci, assessore alle Politiche animali – Nel 2019 la Lipu/Cruma ha recuperato circa 118 animali tra pulcini e cuccioli nel territorio comunale di Piombino, sostenendo autonomamente i costi relativi agli interventi di recupero e di soccorso. Quest’anno abbiamo deciso di supportare l’attività di questa importante e riconosciuta realtà del territorio. Gli uccelli sono un ottimo indicatore ecologico, ci segnalano la salute dei nostri ambienti, delle campagne e delle città. Salvare l’avifauna selvatica significa quindi avere a cuore l’ambiente e rendere migliori anche le nostre vite attraverso il rispetto e la conoscenza della natura”.

Il soccorso degli animali selvatici, cosa fare

Chiunque trovi animali di questo tipo in difficoltà, oppure uova o piccoli abbandonati, dovrà segnalarlo al Comune a Lipu di Livorno (Cruma) chiamando il numero attivo di emergenza 338 1522578 o il numero fisso 0586-400226, orario 9-18