Smithsonian Institute rende alcuni pezzi al Benin

L'Istituto ha concesso la restituzione, ma nove pezzi restano a Washington con prestito standard

0
195
Mani Tese in Benin

L’organizzazione con sede a New York Restitution Study Group (RSG) sta guidando una causa a Smithsonian Institute di Washington DC. Intende infatti fermare il ritorno dei 29 bronzi del Benin del museo in Nigeria. Il gruppo sostiene che la riconsegna delle opere nega ai discendenti degli schiavi in America la possibilità di sperimentare la loro eredità. L’11 ottobre, la proprietà dei pezzi è legalmente trasferita alla Nigerian Commission for Museums and Monuments. Invece nove oggetti rimarranno in prestito a lungo termine al Centro culturale.


Horniman Museum and Gardens rende i bronzi del Benin


Qual è il problema dei bronzi del Benin di Smithsonian Institute?

I bronzi del Benin sono a lungo al centro dei dibattiti sulla restituzione. Il gruppo comprende almeno 3.000 oggetti saccheggiati dagli inglesi dal Regno del Benin nel 1897. Il 14 ottobre, un tribunale ha negato un ordine restrittivo richiesto da RSG. “Anche se [i] querelanti potessero stabilire quel legame ancestrale con i bronzi, cosa che non hanno fatto in questo documento, una connessione così attenuata non darebbe luogo al tipo di lesione ‘concreta e particolareggiata’ necessaria a stare in piedi. Lo Smithsonian non sembra aver agito al di là della propria autorità statutaria raggiungendo un accordo con la Nigeria per trasferire alcuni dei bronzi del Benin”.

RSG e i pezzi da restituire

La Fondatrice e Direttrice esecutiva di RSG, Deadria Farmer-Paellmann, discendente di schiavi portati dal Regno del Benin negli Stati Uniti afferma: “La corte ha torto su fatti critici. Stiamo per emendare e andare avanti con il caso. Sono 29 i bronzi collegati al trasferimento dell’11 ottobre. Nove sono ancora allo Smithsonian e altri 20 saranno soggetti a un voto da parte del Board of Regents forse il 13 dicembre”. Il caso, aggiunge, mira a bloccare il trasferimento dei 20 manufatti, nonché a invertire i bronzi presumibilmente “trasferiti illegalmente”, compresi i nove in prestito allo Smithsonian.

Smithsonian Institute e il passaggio di proprietà

“L’ordine del giudice parla da solo”, ha detto un portavoce dello Smithsonian. “Il passaggio di proprietà è avvenuto; 29 bronzi del raid del 1897 sono restituiti alla Nigeria. Più tardi, i funzionari nigeriani hanno firmato un accordo di prestito e il National Museum of African Art ha nove di quei bronzi seguendo un accordo di prestito museale standard”.