Smarthome: tra comfort e controllo

In un tempo in cui si ha sempre meno tempo e voglia di gestire faccende quotidiane, in cui aumenta l’esigenza di una qualità della vita alta e gratificante, si chiede anche alla propria casa una collaborazione per una sua gestione massimamente efficiente. E cosi, attraverso l’utilizzo di dispositivi intelligenti, le case stanno diventando sempre più smart, in grado di prendersi cura attivamente di sé stesse e delle persone che le abitano; una realtà sempre più affermata anche in Italia.  

Comfort abitativo e riduzione dei consumi le parole chiave di una smart home, in cui si mira ad ottimizzare le prestazioni di qualsiasi dispositivo elettronico presente. Quattro, essenzialmente, gli ambiti di applicazione dell’internet delle cose domestico:

  1. Sistemi di sorveglianza e sicurezza antintrusione gestibili a distanza da smartphone.
  2. Sistemi di controllo degli impianti di climatizzazione in grado di gestire da remoto la temperatura domestica estiva ed invernale;
  3. Sistemi di regolazione dell’illuminazione e di monitoraggio della qualità dell’aria per rendere l’ambiente più confortevole e salubre;
  4. Sistemi di controllo degli elettrodomestici, che entrano in funzione quando la tariffa dell’energia elettrica è più conveniente.

Rendere la propria casa una smart home non è solo una smania tecnologica fine a se stessa, ma una scelta di vita che si può ripercuotere positivamente sul benessere dei suoi abitanti. Come? Qualche esempio: una dotazione di lampadine smart che modifichino durante le 24 ore la temperatura colore della luce emessa, può avere un benefico effetto sul ciclo sonno-veglia degli abitanti; un set di teste termostatiche smart per termosifoni, grazie all’app installata sullo smartphone e a tecniche di geofencing, sono in grado di sapere se ci si trova in casa , o se ci si sta recando, regolando autonomamente il flusso di acqua calda e la temperatura dell’ambiente, di conseguenza massimizzando il benessere e minimizzando qualunque spreco energetico.

I dati

Il primato del mercato della smart home in Italia spetta alle soluzioni per la sicurezza domestica. Al secondo posto, con una quota pari al 16%, ci sono gli smart speaker. Seguono elettrodomestici, in particolare le lavatrici, e soluzioni per il riscaldamento (termostati, caldaie e condizionatori). Molto importante anche la crescita del settore dell’illuminazione smart, con un’impennata del 50% rispetto all’anno precedente. Ormai, quasi 1 persona su 2 possiede un dispositivo intelligente, adottando  soluzioni “fai da te”, attraverso operatori in rete. Secondo una recente ricerca Censuswide1, le caratteristiche più apprezzate dagli italiani quando si parla di smart home sono la possibilità di controllare la propria casa anche a distanza (74%), il design (38%) e la possibilità concreta di risparmiare denaro (37%). Quindi, anche se non come in Germania o in Francia, il mercato italiano delle smart home sta crescendo in modo esponenziale.

I prodotti 2019

L’aspetto più interessante dell’Internet Of Things applicato al mondo della casa è la possibilità di far dialogare tra loro i vari oggetti e dispositivi connessi, grazie ad alcuni ecosistemi, come Apple HomeKit, Google Assistant e Amazon Alexa che assicurano una loro interoperabilità. Facendo ora una breve rassegna (ovviamente non esaustiva) degli ultimi ritrovati in termini di prodotti per case intelligenti, citiamo:

  • Sistemi per la Sicurezza e la sorveglianza a basso costo e dalla semplice installazione, quali Netgear Arlo e YI Technology;
  • Accessori per l’illuminazione ed il comfort visivo della linea Philips Hue dai sensori di movimento alle lampadine
  • Prodotti per il controllo della qualità ambientale, quali Foobot, con il rilevatore di sostanze tossiche smart e connesso; oppure Nest Protect rilevatore di CO nonché di fumo, e quindi un versatile allarme antincendio.
  • Infine, Easydom ha da poco presentato HoMe, il nuovo software per la gestione della smart home, facile intuitivo ed in grado di apprendere le abitudini di chi vive in casa. Sviluppa in automatico nuove funzioni attraverso l’apprendimento automatico degli abitanti della casa.
Condividi e seguici nei social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook