Skyforger + Baphomet’s Blood al TikiTaka Village (review del concerto)

0
151
TikiTaka Village - Skyforger e Baphomet's Blood
TikiTaka Village - Skyforger e Baphomet's Blood

 

IL TIKITAKA VILLAGE PORTA LA LETTONIA IN ABRUZZO

 

 

Ieri sera, venerdì 9 marzo, sullo stage del TikiTaka Village, due band hanno dato il meglio di sé. Ormai questo luogo sta diventando l’appuntamento fisso fra i i seguaci del metal.

Dall’evento del Frantic Fest dell’agosto dello scorso anno dove, grazie alla presenza di nomi conosciuti nell’ambiente, gli organizzatori stanno cercando di realizzare un qualcosa che vada oltre quello a cui siamo abiutuati.

L’evento passato da meno di 24 ore ha il marchio Frantic.

Baphomet's Blood on Stage al TikiTaka VIllage
Baphomet’s Blood on Stage al TikiTaka VIllage

I primi ad esibirsi sono stati i marchigiani Baphomet’s Blood. 

La Band nasce nel lontano 2003 dedicando il loro tempo al metal che li ha portati fino ai nostri giorni. Oscillano da uno speed al thrash metal duro e spigoloso.

I Baphomet’s Blood hanno aperto la serata al TikiTaka Village. Il loro stile così secco e, musicalmente parlando, aggressivo, ha graffiato (forse anche un pò troppo) le orecchie dei presenti.
tralasciando il volume forse leggermente troppo alto, il loro stile rispecchia in pieno la musica che fanno, e  lo spettacolo è stato godibile dai presenti.

Baphomet's Blood
Baphomet’s Blood

La voce non è particolarmente ‘orrida’ o, come a me piace definirla, da orco cosa che ovviamente non fa parte dello stile musicale che loro fanno. Il cantato è piuttosto pulito e leggermente graffiato e al tempo ha stesso un tono molto deciso.

Gli assoli di chitarra si possono definire ‘ansiogeni’, molto veloci quasi da farti trattenere il fiato, sarà anche per questo che questo stile si chiama speed metal?! Tralasciando le domande retoriche e senza senso, è un gruppo dal carattere forte che merita attenzione.

Un’impressione personale che ho avuto durante l’esibizione, è che sono risultati un pò ‘freddi’ verso il pubblico, nel senso poco fomentatori.
Questo giudizio personale di certo non sminuirà la loro bravura tecnica, sicuramente indiscutibile.

Dopo la band marchigiana si è esibito un gruppo che da 23 anni fa musica folk, sono gli Skyforger che dalla Lettonia sono arrivati in Italia per tre appuntamenti: Brescia, Francavilla Al Mare e a Roma.

Skyforger
Skyforger

La band molto legata alle origini (qui potete leggere Skyforger: Intervista agli “Dei del Tuono), suona un metal  incentrato sulla storia ed i racconti della tradizione lettone.

Uno dei loro album è interamente dedicato alle canzoni lettoni, oviamente riarrangiate. Il loro stile così fortemente sulleinfluenzato dalle loro radici trasuda da ogni poro.

Gli abiti di scena molto evocativi e non lasciano spazio a nulla. I simboli ancestrali che hanno addosso o sugli strumenti ricordano molto quando i popoli si affidavano agli dei e indossavano i vari simboli per trarre tutta la loro forza.

Skyforger, io e qualche avventore
Skyforger, io e qualche avventore

Gli Skyforger, hanno uno stile pagan folk ma al tempo stesso per nulla leggero, se così possiamo definirlo. Colli e chiome si sono scatenate in una danza mistica, non si può chiamare semplicemente headbanging.

Chiudere gli occhi, ascoltare la musica e lasciarsi andare, quasi in una sorta di trance. Alcuni dei presenti si sono lanciati in danze , salti e pogo.

Oltre ad essere scenografici, hanno una grande preparazione tecnica. Gli strumenti sono stati trattati e, nel caso della batteria, maltrattati come si deve.
La scaletta è stata densa dei brani più belli e fomentatori, il tempo è volato nonostante abbiano eseguito 11 canzoni.
Le canzoni sono state intervallate da mistiche presentazioni, delle origini della canzone, da chi sono state ispirate o semplicemente la descrizione del canto storico.

Scaletta Skyforger
Scaletta Skyforger

Ciò che ha fatto molto effetto, è lo stato di trance del bassista Zirgs, in alcuni momenti clou era così forte il pathos che cadeva  in questo stato travolgente ribaltando gli occhi. Davvero un’interpretazione intensa.

una serata bella per i presenti, che viaggiava dalla musica, alla birra accompagnata dagli arrosticini e dagli amici.

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here