Skin test: l’importanza della beauty routine accurata

0
690
Skin Test

Skin Test: che cos’è, ma soprattutto a cosa serve? Letteralmente tradotto dall’inglese, significa “test della pelle”. Si tratta di un test per verificare il proprio tipo di pelle, conoscerne le esigenze e procedere così con una corretta cura. Infatti, esistono diverse tipologie di pelle, ciascuna con determinate caratteristiche. La cosa fondamentale per godere di un incarnato da fare invidia è, prima di ogni altra, prendere coscienza delle esigenze che la nostra pelle ha. Non è sufficiente acquistare prodotti, anche molto costosi, solo perché pubblicizzati come miracolosi. Spesso, un prodotto “miracoloso” per un determinato tipo di pelle può essere, invece, deleterio per altri che presentano problematiche differenti. Generalizzare, insomma, è sempre un passo falso!

Skin test: che tipo di pelle ho?

Il primo passo, fondamentale, per intraprendere la giusta via verso una pelle dall’aspetto sano e curato, è il riconoscere il proprio tipo di pelle. Nel momento in cui siamo consapevoli della tipologia di pelle, possiamo procedere con la cura più mirata e specifica. Una beauty routine personalizzata è alla base di una cura della pelle funzionale. Ogni tipologia presenta infatti caratteristiche ben precise, che richiedono un intervento singolare a seconda dei casi. Non stressare la pelle è molto importante al fine di avere risultati ottimali. Lo skin test, a tal proposito è basilare. Bisogna dunque affrontare lo specchio senza filtri e, soprattutto, senza paure! La pelle può essere grassa, secca e mista, ma le categorie non si fermano qui. In effetti, vi è anche chi possiede una pelle asfittica, molto delicata e particolare da trattare. Chi, invece, ha una pelle matura, su cui iniziano ad evidenziarsi i segni del tempo, deve impiegare accorgimenti ancora differenti.

Come si fa il test?

Il test è molto semplice. Bisogna infatti analizzare il tipo di reazione che ha la nostra pelle a contatto con l’acqua. Dopo aver deterso il viso, è sufficiente attendere qualche minuto per constatarne la tipologia e le conseguenze. Nel caso di una pelle mista, questa inizierà a lucidarsi sulla zona T (fronte, naso e mento). Se la pelle è grassa, impura e/o a tendenza acneica allora il sebo lascerà traccia su tutto il volto, senza limitarsi a aree specifiche. Al contrario, se la nostra è una pelle secca, poco dopo la detersione inizierà a tirare, provocando una fastidiosa sensazione, a causa della scarsa idratazione. Inoltre, è bene prestare attenzione anche ad altri segnali meno evidenti. La pelle può anche essere opaca e dal colorito spento. Può essere molto sensibile e reattiva, pertanto mostrare aree particolarmente arrossate. Ad una dieta sana ed equilibrata, per aiutare l’organismo dall’interno, occorre perciò abbinare una corretta skin care routine così da agire anche dall’esterno.

Skin test, una soluzione per ogni esigenza

La pelle secca e disidratata necessità di una ricca idratazione quotidiana. Infatti, non fornire la giusta idratazione ad una pelle secca può avere come conseguenza la fuoriuscita di brufoli oppure dermatiti e screpolature dall’aspetto antiestetico. Una pelle correttamente idratata, infatti, corre molto meno il pericolo di avere imperfezioni. Inoltre, idratare nella maniera giusta, facilita anche l’ottenimento di un incarnato luminoso e radioso. L’acido ialuronico, contenuto in sieri e creme, è l’alleato numero uno della pelle. Anche la pelle grassa, o mista, tuttavia, ha bisogno di idratazione. Mai pensare che la pelle grassa non vada idratata, è un grave errore di valutazione! Infatti, per quanto la pelle grassa produca di per sé sebo e spesso provochi l’indesiderato effetto lucido, non va lasciata senza una crema nutriente a conclusione della skin care quotidiana.

Pelle grassa e consigli utili

Chi ha la pelle grassa spesso si rivolge a prodotti dall’azione purificante e sgrassante. Questi prodotti sono formulati con ingredienti che possiedono un’efficace potere pulente e dermopurificante. Tuttavia, si rivelano piuttosto aggressivi, pertanto è necessario compensarne l’azione con un giusto apporto di nutrimento e idratazione. Molto spesso chi ha la pelle grassa tralascia questo step, tuttavia quando la pelle subisce una detersione che la priva del naturale sebo, per reazione tende a produrne da sé una quantità più copiosa. Al contrario, se la idratiamo con i giusti prodotti, senza ungere, la pelle raggiungerà il corretto equilibrio. Sulla medesima scia di tale concetto, non è mai una buona idea agire con trattamenti troppo aggressivi: l’evenienza di un effetto rebound è infatti piuttosto alta e sempre dietro l’angolo.