Siria, studio IRC traccia quadro sanitario drammatico

0
185

Alle già di per se problematiche misure post guerra civile, la Siria sta ora facendo i conti con una situazione sanitaria al limite del drammatico. Gli ospedali, le strutture sanitarie, e i laboratori soffrono in maniera particolare gli strascichi dovuti ai bombardamenti, ai fucili d’assalto e al movimento dei carri armati. Da quando il conflitto esploso, il tessuto socio-economico di quello che era uno dei paesi più virtuosi del Medio Oriente, è radicalmente cambiato. Mancano viveri, materie di prima necessità. Le scuole in alcuni centri sono distrutte, in altri sono irrangiungibili. La disperazione si stratifica in ogni ambito della società e colpisce tutti i settori.


Fallito l’attacco aereo israeliano in Siria

Crisi sanitaria Siria, cosa dice lo studio dell’IRC?

Un rapporto dell’International Rescue Committee (IRC), da poco redatto, ci dice che la Siria in dieci anni di guerra ha subito perdite incalcolabili del proprio sistema sanitario. Quelle che erano zone di rifugio e di riparo, sono ora diventate località pericolose e invivibili. Quelle che poteva essere considerate delle aree di protezione dai bombardamenti, sono ora strutture pericolanti. Gli intervistati dagli autori del report hanno segnalato che almeno un loro parente ha subito le conseguenza della guerra. Il 70% degli operatori sanitari, invece, è stato costretto a fuggire. Mentre coloro che sono rimasti, non solo hanno dovuto svolgere il triplo del lavoro, ma hanno fatto i conti con le carenze di materie prime. I medici per i diritti umani hanno documentato 595 attacchi all’assistenza sanitaria in Siria dal 2011 e l’IRC ha affermato di aver raccolto almeno 24 attacchi ai propri programmi nel nord-ovest della Siria solo negli ultimi due anni.

La Siria, che sta ora affrontando la pesante crici economica dovuta al Covid, sta raccogliendo i cocci della guerra civile. Nelle maggiori città, da Idlib a Damasco, passando per Aleppo, i danni sono irreparabili. Dai dati riportati dall’IRC, si capisce immediatamente quanto questa guerra, inizata negli anni turbolenti della Primavera Araba, sia stata deleteria da tutti i punti di vista.


Attacco in Siria: l’ennesimo raid disumano del 2021

Commenti