Siria: attentato dinamitardo a Damasco

Un attentato contro un autobus ha ucciso 13 militari siriani

0
217
Siria: attentato dinamitardo a Damasco

Almeno 14 persone sono morte e numerose altre sono rimaste ferite in un attentato dinamitardo realizzato con due ordigni esplosivi contro un autobus dell’esercito a Damasco, in Siria. Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa SANA, gli artificeri hanno disinnescato un terzo ordigno.

Attentato dinamitardo in Siria: cos’è successo?

Almeno 14 militari siriani sono morti e altri due sono rimasti feriti questa mattina a Damasco in un attentato dinamitardo contro un autobus dell’esercito siriano. A riferire la notizia è l’agenzia di stampa statale SANA. L’agenzia ha scritto che si tratta dell’attacco più sanguinoso degli ultimi anni nel Paese. Ha poi pubblicato sul suo account Telegram immagini di un autobus in fiamme e di soccorritori che estraevano corpi. SANA ha riferito anche che due ordigni sono esplosi mentre l’autobus si trovava sul ponte Hafez al-Assad. Inoltre ha affermato che un terzo ordigno è stato disinnescato da un’unità di ingegneria dell’esercito. I funzionari hanno definito tale esplosione “terroristica”.  

Ci sono stati diversi attacchi quest’anno a veicoli dell’esercito nella Siria orientale da parte di sospetti militanti dello Stato Islamico che ancora operano nella vasta area desertica. Tuttavia le esplosioni a Damasco sono state rare da quando le forze fedeli al presidente Bashar al-Assad hanno preso il controllo delle enclavi ribelli intorno alla città. Aiutato dalla presenza militare russa e dalle milizie sciite iraniane, Assad ora controlla la maggior parte del paese.


Leggi anche: Attentato dinamitardo a Idlib: la Turchia e la risposta alla Siria