Sgomberato a Ostia l’appartamento di Vincenzo Spada occupato abusivamente

All’alba di questa mattina i Carabinieri hanno messo in atto lo sgombero dell’appartamento della famiglia Spada, abitato abusivamente.

Alle 7 i Vigili Urbani e la Polizia sono arrivati nell’appartamento di via Ingrao,70 a Nuova Ostia. Hanno fatto uscire Vincenzo Spada, uno dei nipoti del boss Carmine Spada, la moglie Tamara Suleyman, figlia di ” Franchino l’iracheno” appartenente  all’ex Banda della Magliana e i figli. Quest’ultimi sono stati affidati a una parente. L’appartamento è al primo piano protetto da un accurato sistema di inferriate. È stato ristrutturato in stile Casamonica. Infatti presenta colonne di marmo e poltrone dorate. Una ditta ha preso in carico lo svuotamento della casa, i mobili e la stessa casa vuota. L’appartamento è stato subito assegnato ad un’altra famiglia. L’alloggio era occupato abusivamente da dieci anni. Nello stesso condominio risulta esserci un altro appartamento occupato abusivamente da una donna che ha riferito di essere ospite della famiglia Spada. Vincenzo Spada è il figlio del boss “Pelè” morto in carcere nel 2016, che secondo le indagini avrebbe gestito le varie case popolari ad Ostia facendole occupare abusivamente.  Le operazioni sono state eseguite dal Comando Generale del corpo di Polizia Locale di Roma Capitale. Hanno partecipato oltre 100 caschi bianchi romani supportati da 4 blindati del reparto mobile guidati dal Commissario di Ostia al comando del primo dirigente Eugenio Ferraro. Queste collaborazioni sono state necessarie poiché l’operazione è stata  molto delicata. Inoltre in quella zona la maggior parte delle abitazioni sono gestite dalla famiglia. Lo sgombero è stato messo in atto 24 ore dopo l’attentato incendiario alla casa dei genitori di una collaboratrice di giustizia, Tamara Ianni in via delle Azzorre a Ostia. Tramite le sue dichiarazioni è stato possibile arrestare 32 membri della famiglia Spada per aver promosso e organizzato un’associazione di tipo mafioso. Gli arresti si sono  svolti il 25 Gennaio scorso. Ianni e suo marito Michael Cardoni, il quale precedentemente apparteneva ad un clan nemico degli Spada, dopo essersi pentiti sono stati spesso mirino della famiglia Spada.

Inoltre durante l’operazione di questa mattina alcune donne della famiglia Spada hanno insultato la giornalista di Repubblica Federica Angeli, che si trovava lì per lavoro. La reporter vive sotto scorta dal 2013 dopo varie minacce di morte ricevute proprio dal clan. La giornalista dopo le offese e il clima di tensione è stata costretta ad allontanarsi. La sindaca Virginia Raggi ha scritto su Twitter: “Abbiamo liberato una casa popolare a Ostia, occupata abusivamente da un membro del clan Spada. Polizia Locale Roma Capitale è intervenuta questa mattina per restituire un bene pubblico alla città. Prosegue la nostra lotta per ripristinare la legalità. #NonAbbassiamoLoSguardo”.

Condividi e seguici nei social

2 pensieri riguardo “Sgomberato a Ostia l’appartamento di Vincenzo Spada occupato abusivamente

  • 5 Ottobre 2018 in 11:14
    Permalink

    Scusa, ma eviterei di rendere pubblici i nomi dei collaboratori, in quanto si mette a rischio la vita degli stessi e dei loro familiari.

    Risposta
    • 5 Ottobre 2018 in 15:19
      Permalink

      I nomi erano già stati resi pubblici a Gennaio scorso quando poi sono scattati gli arresti.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook