Severo maltempo in arrivo sull’Italia: ecco le zone a rischio

0
136
Severo maltempo

Meteo verso SEVERO MALTEMPO e NUBIFRAGI. Ecco le zone d’Italia a rischio. Estremo Sud Italia a rischio fenomeni violenti secondo le ultime proiezioni per l’inizio della prossima settimana

Severo maltempo in arrivo sull’Italia. Una perturbazione ha fatto ingresso sull’Italia con un peggioramento meteo a partire dal Nord che apre la strada ad una svolta. Questo impulso instabile molto lentamente si trascinerà lungo lo Stivale, con il Mediterraneo che diverrà terreno di scontro fra le correnti atlantiche e i flussi più caldi africani.

Nel weekend avremo l’isolamento di una goccia fredda fra le Baleari e le coste settentrionali algerine, a conferma dell’area di instabilità che si andrà ad organizzare in loco. Questo piccolo vortice rappresenterà un’insidia, per via della sua traiettoria che potrebbe portarlo a ridosso dell’Italia. Ci sono notevoli incertezze, vista anche la distanza temporale che non consente di entrare nel dettaglio di evoluzione già di per sé particolarmente imprevedibile. 

Il rinforzo dell’anticiclone verso l’Europa Centrale ed il Nord Italia “costringerà” la goccia fredda a stazionare sul Basso Mediterraneo. L’ipotesi più probabile è quella che vede il vortice in lento spostamento verso est fino a giungere a ridosso della Sicilia, dove potrebbero esserci le condizioni per un approfondimento del minimo depressionario, anche grazie al contributo delle tiepide acque del Mediterraneo.

Taluni modelli prospettano una possibile degenerazione del minimo depressionario in TLC, che significa come si potrebbe avere un ciclone mediterraneo simil tropicale. A prescindere da questa possibilità, si prospetta comunque una dinamica favorevole ad un peggioramento sul Sud Italia, che potrebbe divenire pericoloso.

Fenomeni violenti in vista ad inizio settimana

L’instabilità probabilmente inizierà ad intensificarsi da domenica in Sicilia e localmente sul sud della Sardegna. Ad inizio settimana il vortice a sud della Sicilia richiamerebbe intense correnti sciroccali verso la fascia ionica, con innesco di precipitazioni localmente violente e battenti.

Le regioni più esposte a questa fase potenzialmente pericolosa dovrebbero essere la Sicilia e la Calabria. In particolare saranno in prima linea i settori meridionale e ionici dell’isola, la Calabria orientale, localmente il Salento e la bassa Lucania.

Questo è il periodo meteo nel quale ricorrono le peggiori alluvioni della storia che spesso hanno generato risvolti tragici in molte aree del Sud. In questo autunno, finora così scialbo, le piogge più significative hanno preso di mira proprio il Sud.