Settimana della moda a Milano: tutte le novità di quest’anno

0
1392
Sfilata Moda Milano - Versace
Sfilata Moda Milano - Versace

La Settimana della Moda a Milano quest’anno sarà ricca di novità.

L’evento si terrà dal 22 al 28 settembre 2020. Fino a qualche mese fa, in piena pandemia, era impensabile la realizzazione della MFW. Invece, grazie all’impegno di chi non ha mai smesso di credere che, prima o poi, il mondo avrebbe ripreso a ruotare frenetico, anche quest’anno la Fashion Week è alle porte.

Un importante messaggio, che evidenzia come l’emergenza dovuta al Coronavirus non abbia frenato la creatività nel mondo della moda. Perché la moda è arte ed in quanto tale portata a re-inventarsi e a rinascere sempre, nonostante le difficoltà.

Il calendario della settimana della moda a Milano si infittisce, arricchendosi di più appuntamenti rispetto all’anno precedente. In totale sono ben 159, infatti, gli eventi in programma. La Milano Fashion Week sarà in una modalità tutta nuova: Phydigital.

Viene infatti offerta alle case di moda la possibilità di scegliere se sfilare dal vivo, oppure in formato digitale.

I numeri parlano chiaro. Nel massimo rispetto delle norme anti-Covid, che garantiscono la sicurezza di tutti i partecipanti, la Fashion Week si è ampliata ulteriormente. Sono 86 gli eventi che si terranno in presenza, dal vivo, di cui 23 sfilate.

Dolce & Gabbana nuovamente presenti alla Settimana della Moda milanese

Gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana mancavano ormai da tempo, ben sette anni, all’appello della MFW.

La loro assenza si deve al diverbio, con conseguente rottura della collaborazione, con l’ex presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli. Il difficile momento storico che stiamo attraversando ha, però, contribuito a ricucire i rapporti tra D&G e CNMI.

Oggi CNMI è presieduta dal nuovo presidente Carlo Capasa, e gli stilisti hanno, di buon grado, aderito al progetto solidale promosso da CNMI, Italia, we are with you.

Speriamo che uniti si possa guardare insieme al futuro dando alla moda il rispetto e l’attenzione che si merita, sia per sostenere la filiera produttiva, sia perché la moda stessa è una delle massime espressioni della creatività italiana”. Con queste parole la coppia di stilisti annuncia il ritorno alla MFW.

Due “BIG”: Valentino e Armani

Valentino, “l’imperatore”, lascia la sua amata Parigi per sfilare a Milano. Scelta di fondamentale importanza e che apporta un’indubbia dose di attenzione sugli eventi della Settimana della moda milanese. Sfilerà dal vivo, presentando le nuove collezioni uomo e donna Primavera Estate 2021.

Giorgio Armani, “il re”, sceglie invece di ricorrere ad una modalità alternativa ed, a dir poco, originale. Non sfilerà dal vivo bensì in diretta tv, per la prima volta in assoluto. L’appuntamento è sul canale La7, il 26 settembre alle ore 21.

Tra gli altri grandi nomi che parteciperanno alla Settimana della Moda a Milano è possibile trovare Elisabetta Franchi ed Emilio Pucci.

Physical o Digital?

La scelta è completamente libera. A discrezione ogni brand può scegliere la modalità con cui preferisce prendere parte all’evento.

Alberta Ferretti, Dolce e Gabbana, Max Mara e Etro optano per la sfilata dal vivo. Solcheranno la passerella in presenza, con un pubblico ridotto nelle dimensioni. Insieme a loro scelgono la sfilata in presenza Fendi, Versace e Salvatore Ferragamo. Naturalmente, come anticipato, anche Valentino.

Al contrario, Prada, Moschino e DSquared2, tra gli altri, scelgono il digitale.

Fendi: sfila a Milano e non a Roma

Inizialmente la Maison Fendi aveva tutta l’intenzione di organizzare la propria sfilata a Roma, come di consueto. La location era già decisa: Palazzo della Civiltà, la sede del marchio, come annunciato dal direttore creativo Silvia Venturini Fendi.

Successivamente, un ripensamento porta il ceo di Fendi, Serge Brunschwig a cambiare idea. Infatti, sarà Milano, e non più Roma, la sede della presentazione delle nuove collezioni Uomo e Donna, Primavera Estate 2021 firmate Fendi. La sfilata avrà luogo il 23 settembre 2020.

Recita così l’annuncio di Casa Fendi a riguardo: “In un momento così delicato per il settore, il ritorno delle sfilate rappresenta un’opportunità fondamentale per valorizzare l’eccellenza della moda italiana e rilanciare la filiera. Un’opportunità che Fendi sostiene, in sinergia con gli altri brand del Made in Italy, e CNMI, ripartendo da Milano, che negli ultimi mesi è stata duramente colpita“.

Chi non parteciperà?

Tra i grandi nomi che non compaiono nel fitto calendario della MFW2020 quello di Gucci è il più lampante. La mancanza del brand alla Settimana della moda di Milano si fa sentire.

Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, dichiara infatti che non è sua intenzione seguire il calendario quest’anno. Il programma che seguiranno le sfilate del noto marchio è ancora in fase di decisione. Quel che è certo è che Michele è deciso a rispettare i propri tempi. Sfilerà pertanto in date alternative, al di fuori del calendario di MFW2020.

Manca all’appello anche Bottega Veneta, altro grande assente di questa Settimana della moda.

Le sfilate, e non solo, verranno trasmesse sulla piattaforma ufficiale di Camera Nazionale della Moda Italiana. Sarà dunque possibile assistervi, in diretta, da ovunque nel mondo. Inoltre, vi saranno alcuni grandi schermi nel cuore della città di Milano che consentiranno agli abitanti di osservare agli eventi.