Sette feriti nelle proteste di Rotterdam

0
387

Il ministro della Giustizia Ferd Grapperhaus ha parlato oggi di “estrema violenza contro la polizia, i servizi di emergenza ei vigili del fuoco“. Almeno sette persone sono rimaste ferite nelle proteste di Rotterdam della scrosa notte e una ventina di persone sono state arrestate. Il sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb, ha parlato di “orgia di violenza”.

Cosa è successo nelle proteste di Rotterdam

La polizia ha detto di aver sparato colpi di avvertimento e di aver preso di mira anche le persone. Inizialmente non era chiaro quante persone fossero rimaste ferite. Poco si sa delle condizioni dei feriti. Si dice che anche la polizia sia stata ferita. Il ministro della Giustizia Grapperhaus ha annunciato un’indagine approfondita sull’uso di armi da parte della polizia.

La manifestazione

Nella tarda serata di ieri, 19 novembre, una manifestazione non organizzata contro un possibile inasprimento delle misure anti covid è sfuggita di mano. Nel centro di Rotterdam sono scoppiate violente rivolte. Sono stati appiccati incendi su marciapiedi e strade, auto della polizia sono state incendiate e altre sono state danneggiate, e oggetti sono stati lanciati contro agenti di polizia e vigili del fuoco. Secondo le loro stesse dichiarazioni, la polizia ha cercato di ristabilire l’ordine. Sono stati utilizzati anche la polizia antisommossa e un cannone ad acqua e unità di polizia provenienti da tutto il paese sono state riunite nella città portuale. 

Ministro della giustizia: attacchi mirati

Il sindaco ha emesso un’ordinanza d’emergenza per vietare alle persone di rimanere sul luogo dei disordini, nonché nella stazione ferroviaria principale e in un’altra stazione. Il traffico ferroviario da e per Rotterdam è stato interrotto a causa dei disordini. In mattinata il traffico è poi ripreso. I politici si sono detti scioccati dal livello di violenza su Twitter. Il ministro della Giustizia ha parlato di attacchi mirati a polizia, vigili del fuoco e giornalisti.