Sesso e potere: i falsi media e le fake news

La fake sullo scandalo droga sesso in Vaticano

0
214

Sesso e potere e finisce qui, come in un comune reato a sfondo sessuale. Qui dico: se non sapete scrivere un articolo senza il sensazionalismo di un titolo altisonante lasciate stare. Vi ricordo che il mondo ha bisogno di idraulici, manovali, camerieri ecc. L’uomo faceva drogare e prostituire una 17enne, il soggetto in questione lavorava in Vaticano e il sesso e potere lo esercitava al di fuori delle mura leonine.

Sesso e potere: chi è il tipo?

Si chiama Armando Cardarilli, 57 anni, dipendente del governatorato della Santa Sede, direzione Telecomunicazioni. Siamo parlando di lui e non di un prete, ma di un civile. Il Vaticano prende ovviamente le distanze da questa vicenda sospendendo l’uomo e consegnandolo alla giustizia. Per questa storia di sesso e potere l’uomo è stato condannato a sei anni di carcere. Le accuse sono: prostituzione minorile, cessione di stupefacenti e tentata violenza sessuale.

Come e quando

L’uomo dava alla 17enne cento euro per ogni incontro. Il passo successivo è stato quello di fornire alla ragazzina la cocaina, soprattutto quando lei si fermava a dormire a casa sua dopo aver fatto sesso. Il tutto si è trasformato quando lo psicopatico maniaco ha tentato di organizzare un’agenda di incontri alla studentessa. Il “professore protettore” ha promesso alla ragazzina 300 euro a incontro con estranei . Armando Cardarilli ha iniziato a contattare uomini per proporre le prestazioni della ragazza. Cosa c’entra il Vaticano in tutto questo? Nulla.

Sesso e potere, ma del potere criminale non del Vaticano

La svolta è avvenuta dopo che la ragazza ha rifiutato gli incontri. Il Cardarilli minaccia la studentessa di mettere nel web i video già in suo possesso. La ragazza denuncia finalmente l’uomo. Il 57enne è stato arrestato su richiesta del pm Antonio Verdi.

I benefattori delle fake news

Molti giornali, e parlo anche di testate importanti sono usciti con titoli sensazionali, accusatori e vergognosamente fake. Questo perché abbinare le parole sesso e droga al Vaticano può far saltare dalla sedia il lettore. Il giornalismo che fate è lurido! Macchiato di false intenzioni e di quella malafede che vi fa odiare. In questa storia non c’è neanche l’ombra della Chiesa, ma voi, da poveri bucolici “pennaroli“, volevate trasformarlo in uno scandalo Vaticano.

Commenti