Serie A, Chievo Verona 0-0 Torino: nessun gol al Bentegodi

0
286

Allo stadio Bentegodi Chievo e Torino ottengono un pareggio senza reti in uno degli anticipi della 32esima giornata di campionato. Nel primo tempo è il Toro di Mazzarri a dominare il campo, sia per possesso sia per occasioni create. Però gli attaccanti (e non solo) granata sono imprecisi sotto porta. Risponde il Chievo nella seconda parte di gara con Cacciatore e con l’espulsione di Bani all’88’. Ci prova negli utlimi secondi Ljajic ed è l’ultima azione del match.

Le formazioni:
Chievo (4-4-2): Sorrentino; Cacciatore, Bani, Tomovic, Jaroszynski; Castro, Rigoni, Radovanovic, Bastien; Stepinski, Inglese. All. Maran
Torino (3-4-1-2): Sirigu; N’Koulou,, Burdisso, Moretti; De Silvestri, Baselli, Rincon, Ansaldi; Ljajic; Iago, Belotti. All. Mazzarri

La gara inizia con un errore di Burdisso che fa un retropassaggio di testa pericoloso ed è costretto ad intervenire in extremis per evitare il calcio d’angolo. Risponde subito il Toro con Ansaldi che al 14′, dopo una bella sgroppata sulla fascia, prende il palo protetto male da Sorrentino. Al minuto 19 è il Gallo Belotti a farsi trovare smarcato in area, ma il suo diagonale esce di poco dallo specchio della porta. Alla ripresa la squadra di casa si mostra più propositiva. Infatti, approfittando di errori difensivi del Torino, Hetemaj (subentrato a Castro) crea i preupposti per il vantaggio, peccato che Cacciatore, a portiere battuto, spara alto sopra la traversa. Al minuto 88 proprio la squadra di Verona si complica la giornata quando il difensore Bani prende un cartellino rosso per una brutta entrata. Il match si chiude al 93′ con una grande chance di Ljajic, che però viene murato da un grande Sorrentino.

Brilla nell’arco dei novanta minuti Ljajic (voto 7), che crea e allo stesso tempo cerca di trasformare l’azione in gol. Sullo stesso piano c’è Ansaldi (voto 7), un terzino che non si ferma mai e diventa un grande portagonista della fase d’attacco granata. Chi invece si vede poco è Belotti, con una sola vera azione creata, troppo poco per il centroavanti della nazionale italiana. Male anche la coppia d’attacco Inglese e Stepinski (voto 5), mai pervenuti davanti a Sirigu. Bene invece Radovanovic (voto 6,5) e anche Bani (voto 5,5), che avrebbe preso la sufficienza piena se non avesse preso il cartellino rosso.

Commenti