Serie B: Ternana arrembante, il Novara non c’è

0
260

Vittoria roboante della Ternana, che al Liberati travolge 5-0 il Novara. Gli uomini di Toscano trovano la doppietta di Mirko Antenucci nel primo tempo. Nella ripresa sono invece Nolè, Ceravolo e Farkas a rendere il risultato ancora più rotondo. I ragazzi di Aglietti sono gli assenti ingiustificati del match: i piemontesi non entrano mai in partita e soffrono la superiorità dei padroni di casa dal primo all’ultimo minuto.

Toscano schiera dall’inizio il 4-3-3, col tridente formato da Nolè, Ceravolo e Antenucci. Dall’altra parte modulo speculare per Aglietti, che si affida al talento di Lazzari con Comi e Gonzalez in avanti. Partono fortissimo i padroni di casa, che al 3′ minuto si rendono pericolosi con una conclusione terrificante di Carcuro, che scuote il palo alla destra di Kosicky. Un minuto dopo il portiere del Novara si fa invece trovare pronto e reattivo, respingendo un’insidiosa conclusione di Antenucci. Sul pallone vagante è lesto ad avventarsi Nolè, che deposita in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 9′ il portiere ospite si supera, andando a deviare in angolo una conclusione da distanza ravvicinata di Maiello destinata all’incrocio dei pali. In campo c’è solo la Ternana, e al 26′ arriva il meritato vantaggio ad opera di Mirko Antenucci. Da applausi il gol dell’attaccante classe ’84, che di tacco deposita in rete su assist di Nolè. Il Novara si rende pericoloso solo al 35′, con una grande conclusione dalla distanza di Buzzegoli che impegna seriamente Brignoli. Ma 3 minuti dopo la partita ha una nuova svolta a favore dei rossoverdi: Perticone compie infatti un fallo ingenuo a centrocampo ai danni di Nolè. Una leggerezza che costa al difensore il secondo giallo della partita. Costretto in 10 uomini, il Novara è alla mercé degli attacchi della Ternana, e al 42′ arriva il raddoppio per i padroni di casa, firmato nuovamente Antenucci.

Questa volta il centravanti è bravo a concludere con un destro vincente un’azione insistita dei suoi. Con la seconda rete della Ternana cala il sipario sulla prima frazione di gioco. Nella ripresa sono sempre i rossoverdi a farla da padroni: i ritmi sono più bassi rispetto a quelli vertiginosi del primo tempo, ma le fere danno sempre la sensazione di potersi rendere pericolose. Continua invece il pomeriggio nero del Novara, che non riesce in alcun modo a controbattere, se non con un’azione personale di Gonzalez, che si libera di 4 avversari, si presenta al limite dell’area di rigore e costringe al fallo da ammonizione Ferronetti al 66′. Ma si tratta solo di un fuoco di paglia per gli uomini di Aglietti: al 73′ sono infatti ancora i padroni di casa a farsi avanti, con Lauro che vince due rimpalli sulla fascia sinistra e pesca con un cross al centro Nolè. Il numero 10 non si fa pregare e di testa insacca per il 3-0. Con la terza marcatura si chiude virtualmente il match: il Novara esce definitivamente dalla partita, mentre i ragazzi di Toscano continuano a macinare gioco, e all’83’ arriva anche il quarto gol. Questa volta è Ceravolo, che vince un paio di contrasti, va via palla al piede, e una volta in area di rigore batte Kosicky di destro. Prima della fine c’è tempo per il gol del definitivo 5-0: Farkas sfrutta infatti un rimpallo su azione da calcio d’angolo, e di sinistro insacca sottomisura. Termina così la partita, con la Ternana che ritrova la vittoria che mancava dal successo nella gara d’esordio col Carpi. Per il Novara, giunto alla terza sconfitta consecutiva, è ormai crisi conclamata.

Nel prossimo turno gli uomini di Toscano ospiteranno al Liberati il Crotone, mentre i ragazzi di Aglietti cercheranno il riscatto tra le mura amiche del Piola contro il Cesena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here