NOVARA-CARPI 1-0

Moscati regala tre punti preziosi al Novara che torna a vincere al Piola, 104 giorni dopo l’ultima volta (2-1 sul Frosinone). Risultato che sta anche stretto ai padroni di casa, visto il numero di azioni create e il gioco offerto. Il Novara nel corso della partita ha recriminato un secondo gol, per la precisione un autogol, annullato per via di una dubbia carica sul portiere.
Nella ripresa leggera reazione degli avversari che alzano il baricentro, ma non si riescono mai a rendere pericolosi nella zona d’attacco.
Portiere novarese, Montipò, che chiude la partita senza mai essere chiamato in causa.

FROSINONE-PRO VERCELLI 4-0

Il Frosinone dilaga in casa contro la Pro Vercelli. Partita senza storia, che ha visto il dominio dei ciociari dal primo all’ultimo minuto.
Già al 6° i padroni di casa si portano in vantaggio con Dionisi, che supera con un bel diagonale Pigliacelli. Al 24° gli ospiti avrebbero l’occasione per pareggiare, ma ad un metro dalla porta Konatè spara alto sopra la traversa.
Il raddoppio del Frosinone arriva un minuto più tardi grazie ad Ariaudo, il quale con un bel anticipo arriva prima del difensore avversario.
Alla mezzora Ciofani capitalizza il 3-0 su un ottimo traversone di Maiello, inguardabile in questo caso la difesa avversaria.
Al 17° della ripresa i padroni di casa chiudono i conti su una punizione di Ciano.
La Pro Vercelli sul finire della gara avrebbe anche l’occasione per segnare il gol della bandiera ma Bardi compie il miracolo. 

FOGGIA-PESCARA 0-1

Zeman senza fare un bella prestazione riesce a portare a casa, anche in questa occasione, i tre punti, che valgono oro per il Pescara.
Il Foggia domina il gioco per gran parte della partita, ma sbaglia diverse occasione sotto rete. Sopratutto con Nicastro che nel primo tempo sfiora il gol per ben due volte in un minuto, colpendo prima la traversa e poi il palo.
Il Pescara dopo aver soffermato molto, alza la testa e si porta in attacco; alla prima azione buona Mazzeo capitalizza alla perfezione il cross basso di Mazzotta, portando in vantaggio la sua squadra.
Il Foggia non demorde, l’inizio della ripresa è sulla stessa linea dell’inizio della partita, ma il Pescara chiudendosi in difesa riesce a strappare tre punti importanti.

CREMONESE-PARMA 1-0

Per questa partita, prima del girone di ritorno, nello stadio della Cremonese è stato riaperto anche il settore distinti dopo 12 anni di attesa, che ha portato circa 11.000 persone a gustarsi la partita.
Sfida dai ritmi elevati fin dall’inizio, con occasioni sia da una parte che dall’altra. Al Parma viene annullato un gol per evidente fuorigioco al 37°, mentre per la Cremonese, Cavion, si è visto deviare in calcio d’angolo un tiro molto insidioso.
Al 20° della ripresa Tesser costringe Frattali a deviare il tiro in corner, mentre ancora una volta i padroni di casa poco più tardi sbagliano il gol del vantaggio a pochi metri dalla porta con Paulinho e Brighenti.
A questo punto è assedio grigiorosso, fino all’89°, quando Pesce prende il palo e sulla ribattuta Cavion infila la palla in rete. 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here