VENEZIA-CREMONESE 1-1

L’anticipo della 20° giornata di Serie B finisce in pareggio. Risultato che va stretto alla Cremonese che gioca meglio dei lagunari per buona parte della partita.
Nel primo tempo le conclusioni degli ospiti trovano un Audero molto attento, mentre il portiere della Cremonese nel corso della prima frazione è chiamato alla parata in due occasioni, prima su Bentivoglio e poi su Pinato.

Ad inizio ripresa sono sempre gli ospiti ad essere più propositivi e poco dopo aver sfiorato il palo con Cavion, trovano il meritato vantaggio con il neo entrato Brghetti. Il Venezia sbanda ma al 26° trovano l’1-1 con Moreo che risolve un batti e ribatti in area.
La gioia dei lagunari svanisce pochi minuti più tardi per via dell’espulsione di Falzerano, protagonista di un gesto irriguardoso nei confronti del guardalinee.

Sul finale di partita Paulinho stampa sul palo la possibilità di portare a casa i tre punti per la Cremonese, alla quale resteranno i rimpianti dopo questo match, mentre il Venezia può tirare un sospiro di sollievo.

ASCOLI-PESCARA 1-1

Pareggio anche ad Ascoli, che serve veramente poco ad entrambe le squadre che cercavano il punteggio pieno; l’Ascoli per dare slancio alla classifica, mentre il Pescara per lasciarsi alle spalle un momento non molto positivo e per ridare a Zeman una nuova carica.

Ad inizio partita il Pescara protesta subito per un evidente tocco di mano in area ascolana, ma l’arbitro fa cenno di proseguire. I padroni di casa si rendono pericolosi al 10° con un destro di Bianchi il quale trova Fiorillo attento. Per tutto il primo tempo succede poco fino al 39° quando gli uomini di Zeman trovano il vantaggio. Tiro dai 30 metri, centrale, di Crescenzi, errore goffo di Ragni che non riesce a respingere bene e si manda la palla in porta da solo.

La ripresa si apre subito con il pareggio dei padroni di casa. Punizione battuta da Buzzegoli che cerca e trova il colpo vincente di testa da parte di Bianchi che insacca la palla in porta.
L’Ascoli continua il suo pressing sull’onda dell’entusiasmo. Pochi minuti più tardi Valzania colpisce la traversa e Fiorillo salva su Addae.
Al 42° doppia chance, prima Baldini centra il palo, poi Addae spara alto da posizione pericolosa. Nel recupero rosso per il bianconero Padella per somma di ammonizioni.

SALERNITANA-FOGGIA 0-3

Crollo della Salernitana in casa contro il Foggia che vince per tre reti a zero e da continuità ai suoi risultati e maggiore fiducia alla panchina di Stroppa.

Nel primo tempo è la Salernitana ad essere più propositiva riuscendo ad arrivare al tiro più volte. Nel corso della partita la formazione di Colantuono colpirà molti pali, non riuscendo mai a trovare la via del gol.

Un calcio d’angolo di Chiricò mette i brividi alla difesa padrona di casa, mentre sul finale la Salernitana prova a trovare la rete ma la traversa dice di no al tiro di Kiyine.

Nel secondo tempo il risultato si sblocca solo nel finale, con la conclusione di Floriano che batte il portiere avversario. Il Foggia chiude i conti pochi minuti dopo con un tiro a giro. Dopo la traversa colpita dalla Salernitana sul finale, gli ospiti trovano anche il gol del 3-0 ancora con Floriano.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here