La tredicesima giornata di Serie B si apre con il big match d’alta classifica tra Pescara e Palermo, finito in pareggio ma con tanti gol. Un altro pari è quello avvenuto a Cittadella contro la Ternana, mentre riesce a vincere la Cremonese, davvero in forma in questo periodo, che si porta al terzo posto in classifica.

PESCARA-PALERMO 2-2

Palermo e Pescara finisce con un pari. Gara bella e ricca di gol.
I padroni di casa iniziano benissimo, portandosi in vantaggio dopo appena 10 minuti; lancio di Coda per Capone che supera Cionek in velocità e fredda Posavec con un potente rasoterra.
I rosanero nel primo tempo sono veramente affamati e non ci stanno a dover subire ancora; passano appena 5 minuti e Chocev mette subito in parità il risultato con un tiro da posizione defilata.
Intorno alla mezzora si accende anche la stella del Palermo, Nestorovski, che grazie anche ad uno scambio stretto in area con Coronado riesce a mettere la palla alle spalle del portiere avversario con un perfetto tiro a giro.

Zeman si mangerebbe le mani per il gioco espresso dai suoi uomini nel corso del primo tempo e negli spogliatoi rimarca ancora una volta le sue tattiche offensive. Ad inizio ripresa infatti il Pescara riacciuffa il pareggio con Brugman che con un tiro rasoterra batte la difesa avversaria, dopo un rocambolesco flipper nell’area rosanera.
I padroni di casa ottengono coraggio e spingono, al 15° vanno vicini al vantaggio ancora con Capone che offre la palla a Mancuso che non arriva con i tempi giusti sulla palla. Ma sul finale di partita anche il Palermo va vicinissimo alla vittoria anche in questo caso con Nestorovski, ma Fiorillo in questa occasione compie un vero e proprio miracolo.

CITTADELLA-TERNANA 1-1

Un punto a testa per Cittadella e Ternana che non cambia le sorti della classifica per entrambe le squadre.
Nei primi minuti è il Cittadella ad essere più intraprendente rendendosi pericoloso con Schenetti. La prima offensiva avversaria si nota al 18° con Favalli che calcia alto sopra la traversa.

I padroni di casa sbloccano il risultato sul finale di primo tempo, dall’angolo Bartolomei Varnier di testa allunga per Arrighini che con un altro colpo di testa supera Bleve.
Nella ripresa le squadre si allungano, ma è sempre il Cittadella a premere per chiudere la partita, ma da questo punto di vista lascia spazio alle ripartenze avversarie che potrebbe pareggiare con Carretta ma Alfonso gli respinge la conclusione. L’attaccante si rifà poco più tardi battendo il portiere avversario con un diagonale di sinistro firmando l’1-1.

FOGGIA-CREMONESE 2-3

Altra sconfitta interna per il Foggia e ancora fischi dello Zaccheria contro la squadra capace di farsi rimontare due gol nel corso della partita.

La punizione di Coletti al 35° è quella perla che rompe il ghiaccio e porta avanti i rossoneri che con buona caparbietà riescono a raddoppiare dopo tre minuti grazie a Beretta il quale spiazza Ujkani di testa.

Sul doppio vantaggio il Foggia si addormenta e lascia molto spazio alle ripartenze della Cremonese che si riesce a mettere molto bene in campo. Il gol del 2-1 da la scossa agli ospiti, bravo Brighetti ma complice anche la deviazione di Camporese.
La Cremonese poco più tardi riesce a trovare il pareggio con Mokulu che servito da un’ottima giocata di Piccolo segna il 2-2.

La ripresa si apre con il sorpasso dei padroni di casa, ancora una volta una punizione. La conclusione di Piccolo è perfetta e la squadra di Tesser si porta sul 2-3. Lo svantaggio taglia definitivamente le gambe al Foggia che non riuscirà più a rendersi pericoloso.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here