CARPI – PESCARA 0-1

La settima giornata di serie B vede il Carpi ospitare il Pescara corsaro di Zeman.
Dopo essere riusciti nella titanica impresa di non subire gol nel precedente incontro, i delfini anche per questo match si dimostrano attenti e guardinghi, cercando di non esporsi alle ripartenza del Carpi.
Pochi spunti nel primo tempo: un colpo di testa di Mbakogu e un Brugman troppo altruista al momento della conclusione al 29′ sono gli episodi chiave di una gara sin qui povera di emozioni. Poi arriva il vantaggio: Balzano vede il movimento di Coulibaly che pesca Capone, conclusione di prima imparabile per Colombi.

Nel secondo tempo un bel Pescara può raddoppiare con Del Sole, che spreca un’ottima palla gol: delfini bravi a non concedere nulla ai padroni di casa e a mantenere la proprio porta inviolata per la seconda partita di fila in Serie B.
Successo meritato che rilancia le ambizioni del Pescara, grazie ad un gol di Capone, fresco di convocazione in azzurro.

 

ASCOLI – PALERMO 0-0

Tanti indisponibili per Tedino che in avanti si affida alla coppia EmbaloLa Gumina, Trajkovski parte dalla panchina; nell’Ascoli c’è l’ex rosanero Lores Varela.

Ritmi bassi all’inizio, il Palermo cerca di giocarla sulle corsie laterali ma la difesa bianconera è ben messa in campo. Al 19’ prima occasione per il Palermo, da calcio d’angolo deviazione in area che quasi beffa Lanni. Due minuti più tardi primo squillo dell’Ascoli, palla in mezzo e Favilli colpisce di testa, palla di poco a lato.

Nella ripresa, grandissima occasione per il Palermo con Rispoli che a tu per tu con Lanni tira addosso al portiere bianconero. La gara non decolla, le due squadre passeggiano e si accontentano del punto, finisce 0-0.

 

BRESCIA – PERUGIA 2-1

Sfida di alta classifica di Serie B quella tra Brescia e Perugia, con le rondinelle che si regalano la prima, sospirata vittoria casalinga superando 2-1 il Perugia capolista.

Il primo tempo è all’insegna dell’equilibrio. Le due squadre si affrontano a viso aperto e sono numerosi i tentativi su un fronte e sull’altro. Al 24′ colpo di testa di Di Carmine che supera Minelli, ma Furlan allontana in modo provvidenziale dalla linea di porta. Prima dell’intervallo la risposta delle rondinelle manda pericolosamente alla conclusione Ferrante che va vicino al gol per ben due volte, ma il punteggio non muta.

Al 49′ vantaggio Perugia: stacco di testa perentorio di Han che trafigge Minelli. La squadra di Boscaglia non si perde d’animo: con il che Brescia insegue il pareggio, il Perugia si rende ancora insidioso con Pajac. E’ l’ingresso di Caracciolo a modificare la situazione. L’Airone e al 61′ trafigge Rosati per l’1-1. Il Brescia crede nel sorpasso e trova il gol partita al 80′ con Bisoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here