Nella tredicesima giornata di serie A, l’Udinese di Gigi Delneri – reduce da 2 vittorie consecutive –  ospita il Cagliari di Diego Lopez, riuscito a vincere in rimonta contro l’Hellas Verona, riportando il sereno in casa rossoblù.

Delneri a sorpresa dà fiducia ad Angella, schierato al centro della retroguardia insieme a Danilo, con Samir dirottato a sinistra. Balic vince il ballottaggio con Fofanà in cabina di regia. Confermata la presenza di Perica nel tridente offensivo.
Nel Cagliari, sarà Joao Pedro a completare il tandem con Pavoletti. Faragò e Padoin i due esterni, con Ionita, Cigarini e Barella in mezzo al campo. Retroguardia a tre con Romagna, Ceppitelli e Andreolli.

Padroni di casa subito in proiezione offensiva: al 9′, botta con il mancino da fuori di Barák, Rafael mura centralmente la conclusione. Sulla respinta Maxi López si divora un gol già fatto spedendo a lato di testa.
Due minuti più tardi, Cagliari pericoloso con Pavoletti. Traversone al bacio di Faragò, il numero 30 prende il tempo a Widmer e gira di testa, senza riuscire ad inquadrare lo specchio.
Al 22′ Udinese ancora pericoloso. Grande sgroppata sulla destra di De Paul, che prova a servire Maxi López con un traversone: rischia Ceppitelli, che anticipa l’argentino rifugiandosi in corner di testa, sfiorando però un clamoroso autogol.Al 39′, ancora Pavoletti: tocco a rimorchio di Barella per l’ex Napoli, che dopo un aggancio difficoltoso si cimenta in una pregevole girata sulla quale si supera Bizzarri.

Prima frazione equilibrata tra due squadre che faticano a muovere con fluidità la sfera. Non sono mancate però le occasioni da ambo le parti. Da segnalare i fischi del pubblico di casa, che non ha gradito la prestazione dell’Udinese.

Al 54′ passa in vantaggio il Cagliari con Joao Pedro: traversone di Barella, dormita di Widmer e Danilo, che non intervengono sul pallone. Ne approfitta il numero 10 rossoblù, che si insinua tra i due avversari e supera Bizzarri con un beffardo pallonetto di testa.

Al 60′ ci prova Maxi Lopez: percussione di Jankto che trova il numero 20 bianconero nel cuore dell’area, il centravanti gira di destro, altro gran riflesso di Rafael, che salva il risultato e rimane a terra dolorante.
Il portiere degli ospiti si supera ancora una volta al 84′, sventando un gran tiro di Lasagna.
Prima del fischio finale c’è spazio per l’espulsione del portiere bianconero Bizzarri per un contatto falloso con Faragò.

il Cagliari espugna la Dacia Arena grazie al gol di Joao Pedro. L’Udinese torna a perdere dopo due vittorie, secondo successo consecutivo per il Cagliari, che dà continuità alla gara con l’Hellas. Finale di gara folle con i bianconeri che tentano l’assedio, senza però riuscire ad acciuffare il pareggio.

Commenti