Serie A – Pinilla fa volare il Cagliari: Fiorentina ko. L’Udinese passa a Bologna

0
379

Un rigore fa volare il Cagliari e ferma la corsa europea della Fiorentina. I sardi si aggiudicano per 1-0 l’anticipo della 22a giornata grazie al penalty trasformato da Pinilla. Il successo spinge i padroni di casa a 24 punti, in una posizione di relativa tranquillità. Il ko, invece, tiene ferma la Fiorentina a quota 41 e preserva il terzo posto solitario del Napoli (44).

I toscani vanno al tappeto dopo 90 minuti a dir poco deludenti, caratterizzati da poche idee e pochissime occasioni. Merito del Cagliari, che non concede nulla alla formazione di Montella in avvio e, anzi, si rende pericoloso al 21′ con la collaborazione di Neto. L’estremo difensore viola si impappina in uscita ma rimedia sulla conclusione di Pinilla. Il cileno si rifà ampiamente al 38′, quando il Cagliari può sfruttare il rigore fischiato per l’ingenuo fallo di Roncaglia su Sau.
Pinilla non sbaglia, 1-0. Dopo il primo tempo opaco, la Fiorentina prova a cambiare marcia e prende in mano le redini del match. La porta di Avramov, però, non rischia granché: i viola si fanno vivi quasi esclusivamente con conclusioni dalla distanza. I padroni di casa non si limitano alla difesa e ripartono con continuità grazie agli strappi di Pinilla. La Fiorentina si disunisce, non ha nemmeno la forza per abbozzare un forcing finale contro avversari che prima del gong sprecano il pallone del 2-0 con Ekdal.
L’Udinese, invece, passa 2-0 a Bologna e vede la luce. I rossoblu, invece, sono sempre più impantanati nelle zone bassissime della classifica. L’anticipo della 22a giornata consegna 3 punti d’oro ai friulani, che espugnano il Dall’Ara e interrompono la serie di 4 k.o. consecutivi. I gol di Di Natale e Lopez spingono la formazione bianconera a 23 punti. Il Bologna deve accantonare i propositi di sorpasso e si ritrova inchiodato a quota 18.
La svolta del match arriva dopo un quarto d’ora, quando l’arbitro Calvarese punisce la spinta di Pazienza a Lazzari: rigore e Di Natale dal dischetto firma l’1-0. I padroni di casa reagiscono senza lucidità e concedono spazi alle ripartenze avversarie. Al 23′ Di Natale ha a disposizione la palla per il bis, ma Antonsson salva in extremis. Nell’altra area succede poco o nulla: il Bologna si accende quando il pallone arriva tra i piedi di Diamanti, ma Scuffet non deve esibirsi in parate degne di nota.
La pressione felsinea aumenta nella ripresa e l’Udinese è costretta a ripiegare nella propria trequarti. Prima Diamanti spaventa Scuffet, poi Moscardelli sfiora il palo dalla distanza. Al 71′, l’Udinese spreca la colossale chance per chiudere i conti. Il neoentrato Lopez scappa in contropiede, Curci respinge e Di Natale non trova il tap-in da posizione defilata. Lopez si fa perdonare al 91′, quando riceve il pallone da Maicosuel e buca Curci: 2-0 e sipario.

Commenti