Allo stadio Fruili l’Udinese ottiene i tre punti contro l’Atalanta per il risultato di 2 a 1. La reti sono state siglate da Kurtic, De Paul su rigore e il raddoppio di Barak. Una partita che però per spettacolo si è sbloccata solo alla metà del secondo tempo. La squadra di Gasperini così conferma la sua difficoltà nel trovare la vittoria lontano da Bergamo. L’Udinese invece, con questi tre punti, scala la classifica a quota al tredicesimo posto a quota 12 punti, in attesa però di Torino-Cagliari.

Rispetto alle probabili formazioni, Del Neri cambia modulo ed interpreti. L’Udinese si schiera con il 4-3-3: a centrocampo Fofana, Behrami e Barak; mentre in attacco a supportare Maxi Lopez vengono schierati De Paul e Ingelsson. Anche Gasperini modifica i suoi undici titolari. Nei tre di difesa il ballottaggio viene vinto da Caldara a discapito di Palomino. Freuler viene lasciato in panchina e nei tre d’attacco viene preferito Kurtic.

La prima fase della partita viene giocata a ritmi molto bassi dato che le due squadre non vogliono esporsi troppo. Finché è proprio la squadra di Gasperini a sbloccare il match: al minuto 29 Kurtic si muove sulla linea della difesa e, smarcato, riesce a piazzare la palla sul palo opposto rispetto al portiere. Però poi l’Udinese, spinto dal pubblico, torna in partita. Infatti al 40′ ci prova De Paul calciando verso l’angolino, ma Berisha è bravo a tenere la porta inviolata. Allo scadere del primo tempo, Spinazzola commette un fallo di mano e viene assegnato il calcio di rigore ai bianconeri. Sul dischetto va il numero 10 De Paul che non sbaglia e riporta la gara in risultato di pareggio.

Kurtic porta in vantaggio l’Atalanta di Gasperini

La formazione di casa scende in campo nella seconda frazione di gioco come aveva terminato la prima. Così al 69′ Barak poco fuori dall’area calcia nell’angolino destro, dove Berisha non ci può arrivare. Ma, grazie anche all’ingresso di forze nuove come il giovane Orsolini, i nerazzurri attaccano con tutti gli uomini. Perciò al minuto 84 Maxi Lopez trattiene in area di rigore Cristante e Rocchi assegna un secondo penalty. Lo stesso centrocampista italiano si incarica, ma calcia debolmente. Passano pochi minuti e Caldara segna una rete che poi viene annullato per fuorigioco.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here