Serie A, corsa scudetto ancora aperta ma dopo trenta giornate ci sono già i re dei gol e degli assist

0
107
Diritti tv Serie A


Mancano sempre meno partite alla fine della Serie A 2021-2022 e le sorprese, c’è da scommetterci, non mancheranno. Quattro squadre in corsa nel giro di pochi punti, tre sicuramente in lotta per lo scudetto. Solo il campo decreterà un vincitore. Per il resto qualche certezza c’è e riguarda i bomber che, in questa annata, si sono meglio messi in mostra. Ma di chi si tratta?

Italia dunque terra di cannonieri, come conferma l’analisi realizzata da NonSoloAAMS. In termini realizzativi la sorpresa più bella del campionato porta il nome di Giovanni Simeone, terzo marcatore con 15 reti, dietro ad Immobile e Vlahovic, primi con 20 reti ciascuno. Simeone però è l’unico che porta con sé un poker realizzato assieme ad una tripletta ed una doppietta. L’argentino, in tutto ciò, non ha rigori all’attivo.

Vlahovic più che sorpresa in realtà è una conferma: è del serbo il record di marcature multiple, tra Fiorentina e Juventus. Quattro doppiette ed una tripletta, con il maggior numero di tiri: 91, a fronte degli 86 di Berardi e degli 85 di Immobile.  Per media minuti-gol Immobile stacca tutti: 20 gol in 1998 minuti, una rete ogni 100 minuti.

Il re degli assist è invece Domenico Berardi: l’ala del Sassuolo e della Nazionale domina con doppia cifra per suggerimenti vincenti ai compagni. Ad oggi, a 27 anni, Berardi ha raggiunto il suo apogeo: sette assist superati e -5 al record di gol dello scorso anno (17). Dietro seguono a ruota Nicolò Barella a nove assist e Hakan Calhanoglu ad otto. Anche qui una sorpresa dall’Hellas Verona: Gianluca Caprari, 10 gol e 7 assist, il secondo calciatore più prolifico sotto questa speciale classifica.

Il Verona stupisce anche a centrocampo: è Antonin Barak l’unico centrocampista finora in doppia cifra in Serie A, con dieci reti all’attivo. Dietro di lui Mario Pasalic con 9 reti e Sergej Milinkovic-Savic ad otto. Il serbo però è primatista per numero di gol ed assist: 16 reti totali in cui ha contribuito, con otto gol ed altrettanti assist. In classifica anche Antonio Candreva, che ha contribuito a 15 gol, realizzando sette reti ed otto gol. Pasalic terzo in questa classifica con nove gol e cinque assist.

Eccezion fatta per i centrocampisti nerazzurri, nessun giocatore di Milan e Napoli spicca in classifica. Eppure i rossoneri sono primi, gli azzurri inseguono e l’Inter, complice la flessione dell’ultimo bimestre, resta leggermente distaccata. Nonostante ciò sono proprio i nerazzurri i favoriti, con quota scudetto a 1.68 secondo il quadro proposto da questo sito di scommesse sportive. Rossoneri invece quotati a 4.40, partenopei a 4.90. E la Juve di Allegri si ferma a 13: i bianconeri, quarti, sono lontani dal Milan ma la loro abitudine a rimonte impossibili lascia ogni discorso aperto.