Sequestro a Bari di 1.500 kg. di droga, due arrestati

0
337
Due giovani brindisini sono stati arrestati dai Carabinieri della compagnia di Monopoli, provincia di Bari perché trasportavano un gommone carico di 1.500 chilogrammi di marijuana e hashish con un valore di 14 milioni di euro.

L’operazione è stata messa in atto dopo una lunga  indagine per contrastare i trafficanti che trasportano sulle coste pugliesi carichi di droghe provenienti da Balcani e Albania.

Il carico di droga

I due giovani sono stati colti in flagrante sulle coste tra  il barese e il Brindisino mentre scaricavano dal gommone l’ingente quantità di droga. La droga, proveniente principalmente dall’Albania, è approdata sulla costa di Torre Canne. Era sistemata su un gommone di 15 metri, che presentava due motori molto potenti, ciascuno di 300 cavalli l’uno. Il carico conteneva 1.500 kg. di droga tra hashish e marijuana sistemati in 80 imballaggi di plastica. La quantità di sostanze trasportata aveva in tutto un valore di 14 milioni di euro.

L’operazione di blocco del carico: due brindisini arrestati

Il carico è stato localizzato a Torre Canne la sera di venerdì dai Carabinieri della compagnia di Monopoli. Sono arrivati sul posto e i due scafisti vedendo i militari hanno tentato di scappare. Hanno azionato i motori del gommone tentando di dirigersi a largo. Il gommone però ha sbattuto sugli scogli e i due uomini sono rimasti bloccati. I due giovani finiti in manette sono due brindisini con poco più di vent’anni, disoccupati.

Le indagini 

Già da molto tempo erano in corso attività investigative  rivolta a contrastare i traffici di droga che arrivano sulle coste tra Bari e Brindisi. Tutta la notte sono andate avanti le operazioni di sequestro e recupero della droga. Il carico doveva essere immesso nel mercato della città di Bari, sud Barese e Valle d’Itria. I due arrestati sono ora stati trasportati al carcere di Brindisi e sono in corso le indagini per capire per quale organizzazione lavorassero.

Commenti