Secondo trimestre 2021: Ferrari oltre l’emergenza Covid

Tutti gli indicatori finanziari e commerciali di casa Ferrari sono risultati in crescita al termine del secondo trimestre 2021. Maranello intanto guarda al futuro e al processo di elettrificazione.

0
372
Ferrari secondo trimestre 2021
Dati in rialzo per la Ferrari durante il secondo trimestre 2021.

La Ferrari reagisce alla crisi finanziaria causata dall’emergenza coronavirus, e registra a bilancio un secondo trimestre 2021 soddisfacente. L’azienda del cavallino rampante ha constatato che i vari indicatori finanziari e commerciali sono in rialzo, una tendenza che non riguarda solo il confronto con l’anno scorso, penalizzato dall’epidemia di Covid-19, ma anche il raffronto con lo stesso periodo del 2019.

I dati sul secondo trimestre 2021 di Maranello parlano di 2.685 consegne, con un incremento dello 0,5% rispetto al 2019 e addirittura del 93,3% nel confronto con il 2020. Ricordiamo che l’anno scorso lo stop alle produzioni e alle spedizioni sancito per contrastare il coronavirus ha pesantemente danneggiato vari settori dell’economia.

Le vendite delle Ferrari 8 cilindri sono cresciute del 111,2%, mentre le V12 sono arrivate al 37,6%. Hanno contribuito a questi ottimi risultati le varie F8, la 812 GTS, la Roma e anche la Portofino M.

Per quanto riguarda la distribuzione geografica delle vendite e delle consegne della società del cavallino rampante, davanti a tutti c’è la regione Emea (Europe, Middle East, and Africa) che ha toccato quota 89,4%, seguita dalle Americhe (crescita del 70,3%), dall’area Cina Continentale, Hong Kong e Taiwan (56,4%), per chiudere con il Resto dell’Apac al 92,4%. 

Dunque, in casa Ferrari hanno comunicato che nel secondo trimestre 2021 i profitti netti sono cresciuto dell’86%, con un bilancio positivo del +5,2% nel raffronto con il 2019. Molto bene anche il comparto motori, la cui ascesa (+118%) è legata alle consegne più cospicue delle Maserati, ma anche alle forniture di propulsori ad alcuni team di Formula 1.

La Ferrari guarda al futuro dopo l’ottimo secondo trimestre 2021

La costante crescita sancita dal secondo trimestre 2021 permtte alla Ferrari di guardare con maggiore serenità e fiducia ai progetti futuri. Il 2022 sarà infatti un anno importante per l’azienda italiana perché verrà varato il nuovo piano industriale gestito dal neo-amministratore delegato Benedetto Vigna.

Il presidente John Elkann ha già anticipato che nel giugno del 2022 a Maranello verrà presentato il nuovo business plan che toccherà anche il processo di elettrificazione delle vetture del cavallino rampante. L’imprenditore ha spiegato che questo obiettivo verrà raggiunto senza scendere a compromessi, ma puntando alla “esclusività” e alla grande qualità che da sempre caratterizzano il marchio.

Dunque, anche per quanto concerne il comparto della mobilità elettrica, verrà sviluppato e prodotto con l’obiettivo di “essere tipicamente Ferrari”, arrivando a realizzare dei modelli “distintivi e unici”.

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta con V6 ibrido

Da Maranello stanno lavorando alla progettazione della prima Ferrari elettrica della storia, ma nel frattempo ci si sta concentrando anche sulle tecnologie e-fuel e idrogeno.