Sdoganato il preservativo: l’Italia dice sì alla nuova legge

Una novità per i più giovani

0
370
Sdoganato il preservativo: l'Italia dice sì alla nuova legge

Durante quest’ultimo anno, l’Italia e il mondo intero hanno visto cambiamenti a dir poco incredibili. Tutti noi siamo parte di un continuo fluire di modifiche, che ormai si muovono all’interno di un pentagramma che conosciamo a memoria. Una notizia importante e straordinaria per quanto riguarda i più giovani, è arrivata proprio oggi, dieci ottobre 2020: è stato sdoganato il preservativo. O meglio, i minorenni non avranno più bisogno di alcuna prescrizione medica per quanto riguarda il farmaco Ulipistral Acetato (EllaOne*).

Sdoganato il preservativo: che cosa significa?

Lo ha stabilito l’Agenzia Italiana del Farmaco, con la Determina n. 998 dell’8 ottobre. Una decisione probabilmente irresponsabile agli occhi di alcune persone, ma che in realtà apre uno spiraglio d’umanità verso la popolazione più giovane. Non a caso, soprattutto in Italia, difficilmente si parla adeguatamente di educazione sessuale. Le scuole, troppo spesso trattano questo argomento con sufficienza e imbarazzo. Al contrario, è fondamentale ascoltare i ragazzi, rassicurarli, spiegando loro la sessualità in maniera seria ed esaustiva. Conseguenza di ciò sono spesso le gravidanze indesiderate, oltre che a malattie sessualmente trasmissibili.

Molti tabù cadono nell’oblio

Di fatti, nonostante nel corso degli anni molti tabù stiano ormai cadendo dell’oblio, quello della protezione sessuale sembra essere particolarmente duro a morire. Probabilmente, colpevole di ciò, l’eterno imbarazzo che si prova ad affrontare il tema della sessualità, soprattutto con i più piccoli. Ciò nonostante, dovremmo ormai arrivare alla consapevolezza che parlare di sesso e contraccettivi ai propri figli, non ha nulla a che vedere con lo scandalo o la vergogna. Esporre l’argomento, significa proteggere chi amiamo. Ricordiamoci che nel momento in cui mettiamo al mondo un bambino, non creiamo un eterno neonato, bensì una persona. Un individuo che crescerà, farà esperienza del mondo, sbaglierà. Proprio come noi. A ogni fase della crescita, corrispondono determinate lezioni da apprendere. Quella della sessualità, è una di queste.


Sex Education: la serie Netflix contro ogni stereotipo


Solamente superando l’imbarazzo, si può riuscire a proteggere chi si ama. Ecco perché, ogni adolescente, dovrebbe essere informato a dovere sull’utilizzo dei contraccettivi e dei farmaci d’emergenza in questo senso.

Un’opinione interna

“Si tratta di uno strumento altamente efficace per la contraccezione d’emergenza per le giovani che abbiano avuto un rapporto non protetto, entro i cinque giorni dal rapporto. Ed è anche, a mio avviso, uno strumento etico in quanto consente di evitare i momenti critici che di solito sono a carico solo delle ragazze. Voglio sottolineare che si tratta di contraccezione di emergenza e che non è un farmaco da utilizzare regolarmente”. Sono state queste le parole del direttore generale dell’Aifa Nicola Megrini. Egli, ha senz’altro colto in pieno la chiave di questa mossa sanitaria: prevenzione e sostegno alle donne. Al contrario di altre novità di quest’anno che hanno decisamente remato contro il genere femminile, questa sembra essere un’ancora di salvezza in mezzo al mare in tempesta.

Sdoganato il preservativo: niente più ricetta

Il fatto che per ottenere un farmaco d’emergenza non sia più necessaria una ricetta medica, non è per nulla una banalità. Si evita una trafila di telefonate e attese, a volte più lunghe del previsto. Non ci si deve preoccupare di mostrare il proprio imbarazzo davanti a un’altra persona, magari molto conosciuta anche dai membri della nostra famiglia. Senza contare che questa misura dell’Associazione Italiana del Farmaco rappresenta un sostegno non da poco a chi vive il dramma della violenza sessuale.

Ricordiamoci che la sessualità non riguarda semplicemente il singolo individuo. L’educazione sessuale e la prevenzione partono dagli adulti, i quali hanno il dovere d’impartirla ai più piccoli. Ciò che a una persona ormai cresciuta può provocare un momento d’imbarazzo, a un ragazzo o una ragazza può letteralmente salvare la vita.