Scheletro di Great Casterton: uno schiavo ad Albione

In Britannia la schiavitù era una consuetudine. Il ritrovamento dei resti di un corpo con anelli di ferro lo testimonia

0
222
Scheletro di Great Casterton
Great Casterton

I Romani utilizzavano manodopera schiava per costruire villaggi ed edifici. Un’ulteriore conferma della pratica arriva dalla Gran Bretagna dove una scoperta archeologica fornisce altri elementi sulle condizioni dei servi. Infatti, lo scheletro di Great Casterton trovato con anelli di ferro riporta l’attenzione degli studiosi sulla questione.


Romani decapitati a Somersham: esecuzione di gruppo


A quale epoca risale lo scheletro di Great Casterton?

L’analisi al radiocarbonio data i resti umani al periodo tra 226 e 427 d.C., durante la fase in cui l’Impero comincia ad avere problemi. Il villaggio si trova ad Albione, la regione che dal 4° secolo diventa Britannia. Reperti dell’epoca testimoniano l’impiego di schiavi. Infatti, gli anelli in ferro che il defunto portava alle caviglie fanno pensare a una condizione di sudditanza. La scoperta archeologica è avvenuta in un cantiere per l’ampliamento di una casa nella contea inglese di Rutland.

Riti apotropaici

In alcune sepolture nel Regno Unito le catene sono uno strumento per limitare il cadavere. I Romani infatti, credevano che i defunti, soprattutto se morti in incidenti o per violenza, potessero influenzare l’esistenza del gruppo. I riti che praticavano, quindi, avevano lo scopo di allontanare gli spiriti arrabbiati e assicurarsi felicità e prosperità. Pertanto le manette bloccano il corpo e impediscono all’anima di vendicarsi dei torti subìti. Gli studiosi infatti hanno notato che gli anelli erano troppo stretti per gli arti dei vivi.

Lo scheletro di Great Casterton

Il corpo non era sepolto nel vicino cimitero, ma in un fossato, quindi al di fuori della comunità dei defunti. Lo studio dello scheletro ha permesso di rilevare che l’uomo era solito ad attività che richiedevano uno sforzo fisico. Inoltre, la presenza di una calcificazione sulla parte superiore della gamba è da collegarsi a un evento traumatico. Forse una caduto o un colpo all’arto. La causa della morte non è però nota.