Scappano dai carabinieri e si schiantano a Sessa Aurunca (Caserta)

0
422
Scappano dai carabinieri

Scappano dai carabinieri sono stati acciuffati dopo un folle inseguimento sulla Domiziana: trovate dosi di cocaina. Folle inseguimento sulla Strada Statale Domiziana e nel centro cittadino di Piedimonte, frazione di Sessa Aurunca, uno schianto contro il muro di cinta di un’abitazione e l’arresto.

È stata questa la rocambolesca vicenda che ha visto come protagonisti due fratelli di Formia, K. S. di 24 anni e D. S. di 27 anni, che a bordo della loro Fiat Punto scappano dai carabinieri nel primo pomeriggio di sabato, alla vista di un posto di blocco dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sessa Aurunca, non si sono fermati all’alt cercando di dileguarsi a folle velocità.

Sessa Aurunca (Caserta) – Arrestato 21enne artefice dell’omicidio stradale del Prof Paolo Rigliari

Sessa Aurunca (Caserta) – Muore sull’Appia, docente del conservatorio sannita

I due fratelli hanno cercato di seminare i militari imboccando una traversa della SS Domiziana che conduce al centro cittadino di Piedimonte frazione di Sessa Aurunca. Hanno scorrazzato per le vie cittadine a velocità sostenuta tra i residenti impauriti fino a schiantarsi contro il muro di cinta di un’abitazione dopo aver perso il controllo della propria vettura. Raggiunti dai carabinieri sono stati tratti in arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

Mondragone (Caserta) – Travolto 12enne da un auto in corsa: gravissime le condizioni

K. S e D. S. sono stati trovati in possesso di alcune dosi di cocaina e presumibilmente il motivo della loro fuga è stato quello di scampare ai controlli degli uomini dell’Arma. Tentativo vano. I due fratelli, di cui uno, K. S. già gravato da pregiudizi di legge per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa dell’udienza di convalida da parte del gip del Tribunale sammaritano, difesi dall’avvocato Vincenzo Macari.“