Sono passati ventun anni dallo scandalo Lewinsky che mise in ginocchio l’America di Bill Clinton

scandalo Lewinsky
21 anni fa scoppiò lo scandalo Lewinsky. Il 17 agosto Clinton dichiarò di avere avuto rapporti sessuali con una stagista

Era il 17 agosto 1998 quando Bill Clinton affermava davanti alla giustizia e al popolo americano di aver avuto una relazione extraconiugale con una stagista. L’allora presidente degli Stati Uniti al suo secondo mandato dichiarò il suo rapporto con Monica Lewinsky che al tempo era una ragazza di ventidue anni.

Buon Compleanno Bill Clinton: leggi la sua storia

Sexgate: la relazione tra Clinton e la Lewinsky

Monica Lewinsky aveva cominciato a lavorare nello staff di Leon Panetta – al servizio di Bill Clinton – due anni prima che lo scandalo diventasse pubblico, subito dopo essere uscita dal collage. Mai avrebbe pensato che il suo nome sarebbe stato associato ad uno degli scandali più clamorosi della storia americana, conosciuto da tutti come il Sexgate (Sexygate in Italia) in ricordo di quello che fu il Watergate.

La relazione che nacque tra la Lewinsky e il 42° Presidente degli USA fuoriuscì solo a seguito delle dichiarazioni di Paula Jones. Quest’ultima infatti fu una giornalista che all’inizio del 1998 accusò Clinton di molestie sessuali tornando al periodo in cui questo era governatore dell’Arkansas, ovvero nel 1991.

Nel frattempo, la Lewinsky era stata invata a firmare una dichiarazione in cui affermava di non aver mai avuto rapporti di alcun tipo con il Presidente Clinton. Nonostante il documento, l’ex stagista confessò ad una sua amica – Linda Tripp, che lavorava al Dipartimento della Difesa – alcuni dettagli della sua storia. La Tripp, a seguito dello scandalo Jones, decise di consegnare i nastri delle conversazioni dell’amica Lewinsky al giudice Starr che diede inizio ad una serie di indagini sul comportamento di Clinton.

La negazione di Clinton e l’impeachment

Il 17 gennaio 1998 Paula Jones accusò Clinton di molestie, mentre questo negò in televisione di non aver mai avuto rapporti sessuali con Miss Lewinsky. Questa dichiarazione si riversò contro di lui in quanto venne accusato di falsa testimonianza seguita da una multa di circa 90.000 dollari. Al suo fianco si schierò la moglie Hillary Clinton che accusò la destra di complotto contro il Presidente.

Il 17 agosto di quello stesso anno, dopo quattro ore di dichiarazioni, Bill Clinton ammise di aver avuto “contatti intimi inappropriati”; mentre, quella stessa stera, lo confessò davanti a tutta la Nazione.

Il 18 dicembre 1998 la Camera votò l’impeachment portando Clinton ad affrontare un processo davanti al Senato, dal quale però venne assolto il 12 febbraio seguente. Nel 2001 perse la sua licenza per praticare l’esercizio. In un primo istante venne sospeso in Arkansas per cinque anni, dopodiché venne radiato davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Lo scandalo Lewinsky protagonista di American Crime Story

Lo scandalo Lewinsky non segnò solo la storia americana di fine secolo, bensì torna ancora sotto forma di mini-serie. Dopo il caso OJ Simpson e la morte di Gianni Versace, American Crime Story dedicherà la sua terza stagione a Monica Lewinsky.

La serie si basa sul saggio-inchiesta del 1999 di Jeffrey Toobin per esplorare le vite delle donne coinvolte nello scandalo che gettò il Presidente degli Stati Uniti in un profondo buio.

Per maggiori informazioni sulla nuova stagione leggere: American Crime Story: la nuova stagione su Bill Clinton

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here