Scambio Griner-Bout: la Casa Bianca risponde alle critiche

0
262
Scambio prigionieri USA-Russia: la Casa Bianca risponde alle critiche

Dopo lo scambio Griner-Bout, la Casa Bianca risponde alle critiche. Il presidente Biden è stato infatti criticato per aver scambiato la giocatrice della WNBA Brittney Griner con il noto trafficante di armi russo Viktor Bout, soprannominato il mercante della morte.

Scambio Griner-Bout: critiche contro Biden

Dopo che il presidente americano Joe Biden ha annunciato di aver scambiato la star della WNBA Brittney Griner con il trafficante di armi russo Viktor Bout, detto il mercante della morte, sono scoppiate numerose critiche. Molte persone hanno fatto notare che Biden ha “preferito” liberare una giocatrice di basket che aveva commesso un crimine in Russia piuttosto che Paul Whelan, cittadino americano ed ex marine incarcerato dal 2018 in Russia.

Altri hanno invece evidenziato non vi è stato uno scambio di prigionieri equo e che i russi abbiano ottenuto “l’affare migliore”. Washington ha infatti riconsegnato ai russi un famigerato trafficante d’armi che stava scontando una condanna di 25 anni per aver cospirato per uccidere americani. Bout è stato accusato di consegnare armi a regimi in luoghi come Liberia, Sierra Leone, Repubblica Democratica del Congo, Algeria, Angola e Colombia. In Medio Oriente, Bout è invece stato accusato di aiutare i talebani e al Qaeda.

Alcuni analisti fanno anche notare che gli alleati del presidente russo Putin ora possono rivendicare la vittoria. Inoltre, l’accordo Griner-Bout potrebbe essere utilizzato come propaganda del Cremlino. Secondo quanto riferito dal New York Times, l’ex consigliere del Cremlino Sergei Markov ha affermato con entusiasmo che “Putin ha battuto Biden”. Markov avrebbe fatto notare che Washington ha accettato di scambiare un “spia russa” con una “ragazza normale”. Biden è stato criticato anche da numerosi repubblicani. I media conservatori fanno notare che Griner, un’atleta nera e gay con il sostegno di celebrità, è stata rilasciata. Mentre Whelan, un uomo bianco che ha prestato servizio nei Marines, no.

La Casa Bianca risponde alle critiche

La Casa Bianca ha risposto alle critiche. Ha sottolineato che non smetterà di impegnarsi per riportare a casa anche l’ex marine Paul Whelan e rimarrà vigile sul rilascio di Viktor Bout. La portavoce Jean-Pierre ha affermato che la Casa Bianca comprende quanto debba essere difficile per la famiglia Whelan e che Biden non vede l’ora di parlare con loro. “Il presidente farà tutto il possibile, come gli abbiamo visto fare molte volte durante il suo mandato nell’amministrazione, per riportare Paul a casa. Questo è un impegno che il presidente sta dando alla famiglia e agli americani”, ha detto. La Casa Bianca ha anche contestato la dichiarazione congiunta rilasciata dagli Emirati Arabi Uniti e dall’Arabia Saudita che affermava che i paesi erano coinvolti negli sforzi di mediazione relativi al rilascio di Brittney Griner dalla detenzione in Russia.


Leggi anche: USA e Russia discutono di un possibile scambio di prigionieri