Londra: condizioni critiche per l’attivista Sasha Johnson

0
691

Londra. La nota attivista britannica del movimento Black Lives Matter Sasha Johnson si trova ricoverata in condizioni critiche a causa di uno sparo alla testa mentre si trovava a un raduno a Consort Road. In una dichiarazione sulla pagina Facebook del gruppo, il partito ha detto che l’incidente è avvenuto nelle prime ore di domenica. Al momento non si sa se l’attivismo di Johnson c’entri con l’assalto

Cos’è successo nell’attentato a Sasha Johnson?

Sasha Johnson, 27enne e madre di 3 bambini è stata colpita da uno sparo alla testa nel quartiere di Southark, nella zona sud di Londra. La giovane attivista del movimento Black Lives Matter si trova ricoverata in condizioni critiche in ospedale. Sono in corso le indagini della polizia. “Speriamo tutti che le sue condizioni migliorino. La nostra indagine è ai primi passi e stiamo cercando di capire le circostanze”. Dichiara l’ispettore capo Jimi Tele. Esso ha inoltre fatto appello ai residenti di Consort Road di controllare le telecamere dei citofoni e campanelli alla ricerca di eventuali indizi. Un portavoce afferma che, per il momento nulla che suggerisce che sia stato un attacco mirato o che la donna abbia ricevuto minacce credibili contro di lei prima di questo incidente.

L’attivismo di Sasha

Johnson è un membro di spicco del TTIP, che è stato descritto come “il primo partito politico britannico guidato dai neri”. È salita alla ribalta dopo che le proteste del BLM dello scorso anno si sono diffuse in tutto il paese, aiutando a organizzare marce e rivolgendosi alle folle. Ha lavorato nell’attivismo e nel sostegno alla comunità e ha conseguito una laurea di primo livello in assistenza sociale presso la Oxford Brookes University. Sasha ha sempre lottato attivamente per i neri e le ingiustizie che circondano la comunità nera, oltre ad essere sia un membro del BLM che un membro del Comitato Esecutivo di Leadership del Taking the Initiative Party. Sasha è anche una madre di 3 figli e una voce forte e potente per il nostro popolo e la comunità

La legge francese non riesce a frenare il razzismo