Sardine in crosta: rapida e gustosa ricetta

0
224

Ecco la ricetta perfetta per chi ha paura della sardina: prendete dei filetti di sardina freschi e disossati. Ricopriteli con un’audace crosta di pane aromatizzata con limone, aglio, erbe, capperi e pecorino. Ora scottateli rapidamente con una padella calda fino a renderli croccanti. È un’esplosione di sapore e consistenza che si cuoce in 2 minuti e mezzo, rendendole le sardine in crosta una delle ricette di pesce più veloci in circolazione.

Ricetta delle sardine in crosta

Le sardine sono uno dei pesci più sottovalutati in circolazione. Sono ricche di sapore, economiche e buone: sono piene di omega 3 per il cuore. Sono anche una specie di allevamento veloce e pescata in modo sostenibile. Molte culture venerano l’umile sardina, specialmente quando viene pescata fresca dal mare. In Sicilia amano arrotolare le sardine ripiene di pangrattato, aglio, erbe e un po’ di formaggio duro piccante, per poi cuocerle al forno o buttarle su un barbecue caldo. Questa ricetta è eccellente per i diffidenti delle sardine o per chi è alle prime armi perché:

  • Non ci sono lische di cui preoccuparsi. Oggi usiamo sardine pre-sfogliate. Comunque, per la cronaca, le lische delle sardine sono così piccole e morbide che si possono mangiare.
  • I sapori intensi della crosta resistono al sapore più forte delle sardine.
  • Questa è una ricetta di sardine molto veloce con grandi sapori, ottima per chi si avvicina per la prima volta alle sardine.

Sardine per questa ricetta

Come detto sopra, in questa ricetta usiamo sardine prefilettate. Le interiora e le lische vengono rimosse, e le sardine vengono imburrate. Possono essere acquistate già sfilettate dal pescivendolo e in quasi tutti i supermercati. Ma nel caso potete sfilettarle facilmente. Le sardine fresche hanno una breve durata di conservazione, come tutti i pesci grassi. Usare preferibilmente il giorno stesso dell’acquisto o al più tardi il giorno successivo.

Alternative alle sardine per questa ricetta

Questa ricetta funziona benissimo sia con il pesce oleoso che con quello non oleoso. I filetti devono solo essere abbastanza piccoli e sottili con una superficie della carne piatta. Questo permette di far aderire la crosta e di far cuocere il pesce prima che la crosta si bruci. Usate il vostro giudizio per la quantità. Anche il tempo di cottura dovrà essere regolato leggermente per lo spessore del filetto che usate. Altri pesci che possono essere usati per questa ricetta sono:

  • orata (piccola)
  • platessa
  • sogliola
  • aringa
  • sgombro blu
  • cefalo di mare
  • trota di fiume

Ingredienti per la crosta italiana e la guarnizione

Acciughe: le usiamo come condimento (sale) nell’impasto della crosta. Finemente tritate, una volta mescolate con tutto il resto e cotte, rimangono solo un brillante sapore salato e nessuna traccia di sapore di acciuga. Le acciughe sono un ingrediente segreto e un amplificatore di umami in molte ricette classiche. Tritare finemente i filetti d’acciuga è la cosa migliore, ma per comodità si può usare la pasta. Se siete irremovibili sulla questione delle acciughe, lasciatele fuori e aggiungete invece altro pecorino.

Pecorino (o parmigiano): un’altra aggiunta di sapore saporito in questa mollica, e aiuta anche a rendere la mollica extra croccante quando viene fritta

Panko breadcrumbs: una mollica di pane giapponese favorita per il rivestimento extra-croccante che dà ai cibi sbriciolati. La potete trovare facilmente su Amazon o nella maggior parte dei grandi supermercati nella sezione dei cibi asiatici e nei negozi asiatici. Sostituitelo con del normale pangrattato se non riuscite a trovarlo.

Aglio: difficile trovare una ricetta italiana senza.

Limone: usiamo la scorza qui per portare un bel profumo di sapore di limone fresco alla crosta.

Capperi: bontà salata per bilanciare i grandi sapori salati di questa crosta. Se non avete i capperi sostituiteli con cetriolini tritati finemente o anche con olive verdi, per un effetto di sapore simile.

Pinoli: la cremosità delle noci funziona brillantemente con le sardine. Sostituire con: mandorle, macadamia o noci pecan.

Piccantezza: il peperoncino che stiamo usando qui è un peperoncino grande che è appena piccante. La regola generale è: più grande è il peperoncino, meno piccante è! Ma se siete preoccupati, lasciateli fuori e usate invece più prezzemolo.


Sardine e peperoni marinati in olio: il richiamo del sud

Come fare le sardine in crosta

C’è un po’ da tritare e grattugiare per preparare il croccante rivestimento di briciole. La parte effettiva di assemblaggio e cottura è super veloce: 2 minuti e mezzo sul fornello.

Miscela di briciole: mescola gli ingredienti in una ciotola e poi stendili su un piccolo piatto.

Preparare le sardine: asciugare le sardine con un tovagliolo di carta, e cospargere entrambi i lati con sale e pepe. Poi cospargere solo il lato della pelle con un po’ di paprika. Questo dà al lato della pelle e all’olio un bel rossore e un pizzico di sapore di terra. Premi il lato della carne nella miscela di briciole. Non otterrete una copertura completa e spessa di briciole di pane. La quantità che si attacca naturalmente è esattamente ciò che vogliamo. I filetti di sardine sono piccoli e sottili, quindi non vogliamo esagerare con la mollica. Questo è anche il motivo per cui ricopriamo solo un lato.Non preoccupatevi, aderirà abbastanza saldamente una volta cotta, grazie al pecorino. Il formaggio è la seconda migliore colla alimentare dopo l’uovo. Ripetere con le sardine rimanenti poi mettere il pesce da parte su un piatto, con il lato della mollica verso l’alto.

Friggere in padella: cCuocere le sardine per 60 secondi inizialmente con la pelle verso il basso. Poi girare con attenzione, io uso una piccola spatola e un coltello da burro per un controllo extra, e cuocere il lato con la crosta per 90 secondi o fino a quando non è dorato e croccante. Un consiglio è quello di mettere le sardine nella padella in una sequenza stabilita in modo da poterle girare nello stesso ordine. Questo è importante per una cottura uniforme in ricette come questa, dove il cibo è sul fornello per un periodo di tempo così breve. Croccante. Questo è quello che state cercando prima di togliere dalla padella: dorato e croccante.

Topping: mettere le sardine su un piatto da portata, con il lato della crosta verso l’alto. Poi cospargere con il Topping di cipolla, peperoncino, prezzemolo. L’olio che abbiamo usato per friggere le sardine è infuso di sapore, quindi non lo sprecheremo. Avrà anche una bella sfumatura rossa, grazie alla paprika. Versiamo questo delizioso olio caldo sulle sardine.