La strana coppia è tornata. Non c’era dubbio che li avremmo rivisti, ma chi si aspettava che accadesse così presto? Li avevamo lasciati e non vedevamo l’ora di ritrovarli. Be’, eccoli qui, più scanzonati e arrabattoni che mai. E c’è una novità mica da ridere: sono ringiovaniti. Ma no, non hanno trovato la fonte dell’eterna giovinezza. Joe Lansdale, creatore del duo più irriverente che si sia mai visto su carta stampata, ha semplicemente aperto una porta sull’infanzia dei nostri amici detective.

Sapete come sono ’sti scrittori: un giorno si svegliano, le voci che hanno in testa iniziano a mormorare e ne viene fuori un libro come Sangue e limonata. Lasciatevi alle spalle tutto quello che sapete o pensate di sapere sui due amigos. In questo ennesimo viaggio nell’East Texas, Hap Collins e Leonard Pine non hanno ancora un pelo sul viso e si incontrano per la prima volta. Accade tutto per caso (se credete al caso, in caso contrario potete dire che era destino): Hap vede il suo futuro socio impegnato in una rissa e, mentre lo guarda scazzottare, capisce di aver trovato un’anima affine.

Sangue e limonata è una raccolta di avventure inedite. Lansdale ricama con la solita, inveterata ironia, vicende comiche e violente. Attraverso una serie di racconti, lo scrittore texano descrive la realtà razzista e bigotta nella quale Hap e Leonard si trovano invischiati loro malgrado. Leonard, poi, rappresenta tutto ciò che i “conservatori” di quella parte di mondo ripudiano. Il nostro Pine, infatti, è nero e gay. Un’accoppiata, questa, che attira i guai come una bella donna attira gli sguardi dei passanti.

Lansdale ammette di aver vissuto in un clima simile a quello descritto nei racconti di Sangue e limonata. Questo gli ha permesso di trovarsi invischiato in situazioni simili a quelle in cui affogano Hap e Leonard. Situazioni dalle quali lo scrittore ha attinto per creare questa serie di vicende.

Persino il titolo, Sangue e limonata – titolo anche di un racconto della raccolta – è frutto di una vicenda realmente accaduta allo scrittore e a sua madre, anche se parecchio rimaneggiata. Lo svela lo stesso Lansdale, senza però dare indicazioni sulla vicenda.

Poco male, vorrà dire che ci fionderemo in libreria e lo scopriremo leggendo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here