San Pietroburgo: storia di un intramontabile città

0
447
San Pietroburgo

San Pietroburgo è una delle città più belle del mondo e gran parte del suo fascino deriva dalla sua storia. Ciò che colpisce immediatamente quando si visita San Pietroburgo è sicuramente il suo “skyline”: complessa, elaborata e terribilmente elegante. In quei palazzi finemente decorati sono stati scritti alcuni dei capitoli più importanti della storia dell’umanità.

Perché San Pietroburgo è così importante?

San Pietroburgo è la città che più di ogni altra mantiene viva la memoria di com’era la Grande Madre Russia prima della Rivoluzione e della costituzione dell’Unione Sovietica. Ed è la città che rappresenta lo splendore, lo sfarzo della Russia Imperiale che condussero proprio all’epilogo che tutti conosciamo. E’ senza dubbio anche la città dell’arte: il Museo dell’Ermitage è considerato uno dei più importanti musei del mondo. La sua collezione è una delle più ricche che un’istituzione museale possa vantare. Ma San Pietroburgo è anche cultura e letteratura, è la città in cui si sono ambientati alcuni dei romanzi più belli dell’Ottocento.


Con la luce su Mosè Michelangelo esalta la scultura


Palazzo d’inverno

Sale Reali del Palazzo d’inverno: la facciata verdeacqua. Le colonne bianche e gli stucchi dorati. Il Palazzo d’Inverno è stato costruito da Pietro il Grandee e doveva essere la rappresentazione della potenza dell’Impero Russo, poiché da questo palazzo lo zar governava nientemeno che un sesto delle terre emerse di tutto il mondo. Vista la sua imponenza e visto il fatto che durante la Rivoluzione Russa venne preso come simbolo dell’oppressione del regime assolutistico degli zar, possiamo dire che Pietro il Grande riuscì decisamente nel suo intento. Il Palazzo d’Inverno fu la residenza ufficiale degli Zar dal 1732 al 1917 e la sua struttura monumentale venne progettata da diversi architetti, di cui il più famoso fu Bartolomeo Rastrelli e le sue sale interne sono spettacolari e monumentali almeno quanto la sua facciata.


Tutto sugli Eurovision 2021