Ci siamo: sono ufficialmente sbarcati sul mercato i nuovi Samsung Galaxy Note 10, Note 10 Plus e Plus 5G, dunque finalmente è possibile conoscerne caratteristiche, prerogative e costi ufficiali. Innanzitutto, a prima vista per questi dispositivi mobili sembra già esserci stata una svolta. Infatti negli anni precedenti l’azienda sudcoreana non aveva badato molto al comparto estetico per questa gamma, puntando soprattutto a presentare delle versioni costantemente aggiornate e migliorate della S Pen. Stavolta, invece, sembra proprio che anche a livello di immagine questi tre modelli siano stati decisamente perfezionati.

Analizzando le caratteristiche dei Samsung Galaxy Note 10, partendo dall’hardware si nota che tutti e tre hanno l’innovativo chip Exynos 9825 octa-core realizzato a 7nm, dunque un’evoluzione rispetto all’Exynos 9820 presente sui Galaxy S10. Questa struttura dovrebbe garantire ai device delle prestazioni sullo stesso livello di quelli con Snapdragon 855 che verranno commercializzati al di fuori del mercato europeo. Tra le grandi novità vi è indubbiamente l’ampliamento della memoria del Note 10 Plus che può vantare 12Gb di RAM, mentre i Note 10 si baseranno su una RAM più tradizionale da 8Gb.

Samsung Galaxy Note 10: caratteristiche principali.

Nessuna sorpresa rispetto alle indiscrezioni della vigilia per quanto concerne le fotocamere. Infatti i Samsung Galaxy Note 10 montano una base tripla sulla parte posteriore della scocca, anche se a differenza degli altri modelli della multinazionale sudcoreana si può facilmente notare una disposizione a semaforo, sulla scia di quanto proposto da Huawei con P30 Pro.

Il comparto fotocamere dei nuovi device della società asiatica è costituito da una fotocamera principale e una tele 2X con 12MP, e al contempo non può mancare la tradizionale grandangolare da 16MP. Nel Samsung Galaxy Note 10 Plus e in quello 5G è stato aggiunto anche un nuovo sensore d’immagine TOF che serve principalmente ad utilizzare al meglio alcune funzioni lanciate con questi smartphone, come il Live Focus Video. Non molto sviluppata, invece, la fotocamera anteriore, piuttosto ridotta in termini di grandezza, dotata di 10MP e posta al centro del display in un minuscolo foro.

Samsung Galaxy Note 10: display e connettività

Ovviamente quando ci si confronta con le caratteristiche di nuovi device non bisogna dimenticare il desktop. In Samsung Galaxy Note 10 la fa da padrone il Dynamic Amoled che prevale quasi per intero sulla superficie del telefono, occupando uno spazio del 93%. I bordi e il frontale, ormai, sono sempre più ridotti ai minimi termini. Anche se dall’esterno i tre nuovi modelli appaiono nettamente superiori alla gamma S10, tuttavia c’è da chiarire che il marchio sudcoreano ha preferito ridurre la risoluzione del Galaxy Note 10 ad un FHD+ (ovvero 2280 x 1080 pixel), mentre livelli ben più alti con il QHD+ (3040 x 1440 pixel) sono stati garantiti agli altri due modelli.

Display del Galaxy Note 10.

Non ci si è risparmiati invece per la connettività, essendo stato inserito nei nuovi dispositivi mobili un chip NFC, un Bluetooth 5.0, GPS-Galileo-Glonass-Beidou e un WiFi ax di ultimissimo sviluppo, e per finire USB Type-C 3.1. Grazie alla presenza di un modem LTE Cat 20 è possibile effettuare dei trasferimenti fino a 2Gbps in modalità download e 150Mbps in funzionalità upload. I clienti che ne sentono l’esigenza possono scegliere il modello che supporta il 5G.

È giunto invece il momento di dire addio al jack audio, un vero e proprio simbolo della tradizione Samsung, che probabilmente è stato messo da parte per mancanza di spazio sui dispositivi di ultima generazione. Tuttavia è comparso per la prima volta un minuscolo terzo speaker che è stato incorporato fra le fotocamere posteriori e la back cover, e che sicuramente ha la funzione di perfezionare ulteriormente i suoni quando si tiene lo smartphone su di una superficie piana.

Note 10: tutto ciò che è stato rivelato sul nuovo prodotto della Samsung

Confermato il lettore d’impronte digitali ultrasonico che si prospetta in questa fase come uno dei più sofisticati ma anche dei più efficaci sul mercato, poiché è capace di funzionare anche quando si hanno le dita leggermente sporche o umide.

Prezzi dei nuovi Note 10

Non bisogna sorprendersi nell’apprendere che i costi di questi nuovi dispositivi mobili di Samsung sono piuttosto alti. Infatti anche rispetto a quelli dello scorso anno per lo stesso comparto sembrano essere alquanto lievitati, ma è fuori di dubbio che con questi tre Galaxy Note 10 il colosso sudcoreano abbia voluto puntare in alto, senza contare che la caratteristica irrinunciabile di questa gamma è la S Pen che contribuisce a far innalzare ulteriormente i costi. Vediamogli nel dettaglio:

Il Samsung Galaxy Note 10 con 8/256GB (Aura Glow e Aura Black) costa 979 euro: il Note 10 Plus con 12/256Gb (Aura Glow e Aura Blac) ha un prezzo di 1129 euro; il Note 10 Plus con 12/512Gb (Aura White, acquistabile solo online) arriva a 1229 euro; infine il Note 10 Plus 5G con 12/256Gb (Aura Black) ha un costo di 1229 euro.

Samsung Galaxy Note 10: listino prezzi.

Tutti i modelli si possono acquistare in pre-ordine dal 7 agosto, mentre l’approdo sul mercato ufficiale scatterà il 23 agosto.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here