Samosa fatti in casa: la ricetta per farli in modo semplice in casa

Conservane una scorta nel congelatore e friggila come spuntino veloce per fare una pausa o quando arrivano degli ospiti a sorpresa.

0
255

In Pakistan, la parola urdu per “ieri” è la stessa della parola per “domani”. E il ritardo è generalmente accettabile. A volte, il sole tramonta mentre coloro che osservano Ramzan (il termine urdu per Ramadan) sono in viaggio per un iftari, il pasto veloce dopo il tramonto. In quei momenti, bloccati nel traffico, uno stand di samosa lungo la strada è una preghiera esaudita.

I samosa come atto di ospitalità

Anche se, in Pakistan, vengono mangiati tutto l’anno, in qualsiasi momento, come accompagnamento perfetto per il chai, i samosa possono semplicemente essere deliziosi all’iftari. Dopo una lunga giornata di digiuno, spesso calda, sono lo spuntino salato, croccante e speziato di cui hai bisogno. I samosa dei venditori si saziano all’istante, ma quelli fatti in casa possono essere pronti quasi altrettanto rapidamente, una volta che hai un lotto nel congelatore. E hanno un sapore migliore condiviso a casa con la famiglia e gli amici. Oppure quando vai a casa di qualcuno senza preavviso, puoi quasi sempre contare su samosa appena fritte che brillano su un tovagliolo di carta e su un piatto, insieme a un caloroso benvenuto.

Come preparare i samosa?

I samosa si congelano bene e friggono velocemente, quindi i cuochi casalinghi fanno e tengono grandi quantità pronte per ospiti inaspettati. In questa cultura dell’ospitalità informale, i cuochi usano tecniche e ingredienti che rendono le samosa più semplici da eseguire e anche più gustose di quelli acquistati in negozio. Le sottili sfoglie di involtino primavera confezionate cuociono nei gusci più croccanti. La frittura fatta in uno strato sottile di olio caldo produce la stessa croccantezza della frittura profonda e si possono cuocere vassoi di samosa per grandi gruppi. Possono essere riempiti con qualsiasi combinazione di verdure cotte tritate, carne, paneer o persino avanzi. Le numerose variazioni dipendono dal cuoco e dai sapori regionali: i Samosa di Karachi sono noti per il loro livello di spezie, mentre quelli Lahori tendono ad essere leggermente più miti e più delicatamente aromatizzati. Ci sono un paio di classici, come il pollo con cipolle e peperoncini verdi e purè di patate speziate con piselli.


Primo piatto vegano: a tavola India in agrodolce


Assemblare i samosa

Più fine è la consistenza del ripieno, più facile è assemblare i samosa. Sono una forma semplice: non fermatevi a pensare troppo al teorema di Pitagora. Prepara una catena di montaggio e usa la parte posteriore di un cucchiaio per applicare rapidamente lo strato più sottile di colla fatta con farina e acqua per sigillare l’involucro farcito e tappare eventuali fori negli angoli. Una volta assemblati, i samosa possono resistere nel congelatore per mesi, per poi essere cucinati velocemente e serviti con chutney per iftari, feste o anche solo per te stesso.