Samara Weaving per Louis Vuitton pre-fall 2022 ispirata al tennis

0
249
Samara Weaving Louis Vuitton
Samara Weaving collezione Louis Vuitton pre-fall 2022 (screenshot Instagram)

L’attrice australiana Samara Weaving apre la campagna pre-fall 2022 di Louis Vuitton. L’azienda di moda francese ha optato in questa circostanza per uno stile più sportivo, lasciandosi ispirare dal tennis. La modella 30enne ha già lavorato in passato per il bran parigino. Infatti è apparsa nella presentazione della collezione primaverile accanto a star come Hoyeon Jung e Stacy Martin.

Samara Weaving: sportiva ed elegante con la linea LV pre-fall 2022

In occasione della campagna di lancio della collezione pre-fall 2022 di Louis Vuitton, Samara Weaving ha posato in studio dinanzi ad uno sfondo completamente bianco. Gli abiti sono delle creazioni di Nicolas Ghesquière, direttore artistico del marchio transalpino. I colori della stagione sono vivaci e briosi, con sfumature in rosa chewing-gum, giallo neon e verde smeraldo. Gonna da tennis, polo e giacche sono state rivisitate con l’inserimento del motivo Damier e della stampa del monogramma. Il cortometraggio che accompagna la presentazione vede l’attrice in un campo da tennis mentre sfoggia i capi principali della linea.

Borsa Dauphine LV: tris di attrici per la campagna di lancio

“Invito all’audacia e alla raffinatezza”

Louis Vuitton ha diffuso il seguente comunicato per spiegare in cosa consiste la collezione pre-fall 2022: “Invito sia all’audacia che alla raffinatezza, la Pre-Fall Collection di Louis Vuitton offre capi che giocano sui riferimenti al mondo del tennis, pur mantenendo il DNA intrinseco del brand. Dalle silhouette chic in rosa neon alle palette di colori sporty e ai ricami femminili, la collezione anima forme nuove e iconiche”.

Louis Vuitton presenta la collezione Cruise 2023

Louis Vuitton di recente ha tenuto la sfilata di presentazione della collezione Cruise 2023. La location dell’evento è stata il Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, vicino a San Diego. Si tratta di uno dei migliori centri di ricerca bio-medica al mondo. Nel cortile, avvolti dalle atmosfere del tramonto californiano, sono emersi abiti che sembrano provenire da un futuro distopico, ma con un gusto legato all’attualità. Le silhouette sono formate dalle linee nette e squadrate delle spalle. I top ricordano le bandoliere tipiche della regione e del Messico. I cappelli e i drappeggi per il capo sono un riferimento al look tipico da indossare negli ambienti desertici.