Salvini contro i 99 Posse: lo scontro continua in tribunale

0
168

Matteo Salvini contro i 99 Posse. Esatto, il leader della Lega e il gruppo musicale di Napoli si sono scontrati e il diverbio oltre che sui social, si è sviluppato anche in tribunale. Ma perchè il politico e i musicisti sono arrivati a così tanto?


Zan minacciato di morte: per una bugia di Salvini


Salvini contro i 99 Posse: cos’è successo?

Molto spesso il leader della Lega, Matteo Salvini, ha esternato i propri pensieri nei confronti del sud Italia e dei suoi abitanti. La band napoletana dei 99 Posse si è quindi sentita in dovere di rispondere al politico. Il battibecco è cominciato sui social ma si è poi protratto in tribunale. Salvini ha infatti denunciato per diffamazione i membri del gruppo musicale e l’accusa aveva addirittura chiesto la condanna a 10 mesi di carcere. L’avvocato della band ha però impugnato la sentenza alla Corte d’Appello e perciò non c’è il rischio di finire in prigione ma solo la scocciatura di pagare un’ingente multa.

Le parole del legale del gruppo

Rosario Marsico, legale dei 99 Posse, ha impugnato la sentenza contro i propri assistiti, evitandogli così la pena più severa. In cambio però i membri del gruppo dovranno pagare 8 mila euro di multa per “risarcire i danni” diffamatori. Queste le parole di Marsico: “Suscitano meraviglia i toni trionfalistici del signor Salvini. Sarebbe bene che la Lega e il suo leader se li riservino dopo il passaggio in giudicato della sentenza: un rappresentante politico che siede in Parlamento sa bene che è solo una sentenza di primo grado”.